Home Follonica La proposta di Gente di Follonica:” La Colonia marina diventi un polo culturale e del divertimento”

La proposta di Gente di Follonica:” La Colonia marina diventi un polo culturale e del divertimento”

di Redazione
0 commento 22 views

Gente di Follonica, la lista civica che sostiene la candidatura di Andrea Benini a sindaco della Città del Golfo, interviene sulla Colonia marina:

C’è da dire innanzitutto che è stato realizzato da una società specializzata un processo partecipativo pubblico che ha coinvolto i follonichesi – si legge in un comunicato: il risultato è stato quello di mantenere la Colonia marina come bene pubblico; non si può prevaricare la volontà dei cittadini, quando sono chiamati ad esprimersi, né ignorare il tempo che vi hanno dedicato sottraendolo al loro lavoro ed ai loro impegni”.

La Colonia marina ha poi come pertinenza una parte di pineta strategica per mantenere il collegamento tra quella lato Senzuno e quella lato Cassarello-Salciaina: darla ai privati vorrebbe dire chiuderla, interrompendo questa fondamentale connessione sia ambientale che di fruizione e svago. Inoltre, è presente, a poco distanza da quella pubblica, una Colonia marina privata inutilizzata che, se veramente qualcuno è interessato ad investire nel nostro territorio, può essere acquistata attraverso una legittima trattativa per la compravendita – continua il comunicato -. Ancora, pur essendo favorevoli alla compartecipazione dei privati in interventi ‘pubblici’, per esperienza riteniamo che sia da evitare di affidare alla ‘sorte’ di un privato un bene ‘sensibile’, con alto valore testimoniale: in pratica, se il privato fallisce l’edificio è assorbito dalle pastoie legali e potrebbe non essere più disponibile per la città per molti anni (la storia del campo da golf insegna).

La Colonia deve avere una funzione ‘aulica’, coerente con la qualità architettonica e planimetrica dell’edificio: ad esempio, non può essere spezzettata in stanzette per uffici, ambulatori, ecc. in quanto perderebbe completamente il proprio valore compositivo-estetico (non tutti gli edifici sono idonei per ospitare qualunque cosa)”.

La nostra proposta – dichiarano i membri di ‘Gente di Follonica’è quella di alienare un’area di proprietà pubblica e con il ricavato ristrutturare la Colonia marina e le sue pertinenze: in quest’ottica la strada percorribile sembra quella dell’attuale scuola di musica a Pratoranieri, dove hanno sede anche la banda cittadina e il coro Goitre. Quest’area di circa 4500 mq ha ancora un notevole valore commerciale, dal cui ricavato, attraverso un bando pubblico (non con accordi privati tipo agenzia immobiliare) è possibile reperire le risorse per spostare le attività presenti nell’attuale sede di Pratoranieri alla Colonia marina, mantenendone la proprietà pubblica e una funzione idonea e rappresentativa, ‘intonata’ con l’edificio di stile neoclassico esistente.

Quindi, al piano terra, con il porticato di nuovo aperto sulla spiaggia, si avranno ampi spazi dedicati alla musica, allo spettacolo ed a parte delle associazioni già insediate (mentre alcune potranno essere meglio organizzate negli spazi in fase di ristrutturazione dell’ex Ilva) e al piano superiore dei posti letto (tipo ostello), che d’inverno saranno utilizzati per scambi culturali con giovani di altre città o paesi e d’estate come accoglienza per i turisti. L’ostello permetterà inoltre di avere un reddito annuo necessario per la manutenzione dell’immobile”.

La zona della Colonia marina inoltre è già dotata di servizi, ha una spiaggia profonda ed una bellissima pineta alle spalle. Per questo la collocazione della scuola di musica, della banda, del coro e di alcune associazioni, potrebbe essere integrata con le attività da prevedere nella spiaggia di fronte, attrezzandola per gli sport e per gli eventi prevedendoli in un’area più idonea rispetto alle attuali, in quanto lontana dalle residenze – termina il comunicato. Questa soluzione permetterà di portare vita e controllo sociale anche in inverno nella zona, oltre a dare linfa vitale alle attività già presenti che possono diventare la continuazione ideale e notturna delle attività da prevedere sull’arenile.

Un nuovo polo così pensato permette di reperire i fondi per ristrutturare la colonia, destinandola ad una funzione che non stravolga la qualità dell’edificio; trovare le risorse per il suo mantenimento negli anni; arricchire la spiaggia di fronte destinandola ai giovani ed integrandola con le attività culturali (per esempio concerti sulla spiaggia) e commerciali presenti; riaprire la pineta sul retro alla cittadinanza, eliminando l’interruzione attualmente presente; portare persone anche in inverno nella zona, aumentando il controllo sociale della stessa”.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

* Utilizzando questo form si acconsente al trattamento dati personali secondo norma vigente. Puoi consultare la nostra Privacy Policy a questo indirizzo

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ti potrebbero interessare

Le tue preferenze relative alla privacy
Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione. Cliccando su accetta si autorizzano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su rifiuta o la X si rifiutano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su personalizza è possibile selezionare quali cookie di profilazione attivare.
Attenzione: alcune funzionalità di questa pagina potrebbero essere bloccate a seguito delle tue scelte privacy