Home GrossetoPolitica Grosseto Sanità, Fare Grosseto:”Il Misericordia ormai è un poliambulatorio, si rischia la privatizzazione dei servizi ospedalieri”

Sanità, Fare Grosseto:”Il Misericordia ormai è un poliambulatorio, si rischia la privatizzazione dei servizi ospedalieri”

di Redazione
0 commento 8 views

Dopo la penalizzazione dei servizi sanitari, anche i professionisti della medicina abbandonano la nostra città per trasferirsi in ospedali ‘più quotati’. Qualche anno fa lasciò l’illustre professor Pier Cristoforo Giulianotti, oggi dovrebbe essere il turno del dottor  Andrea Coratti” si legge in una nota di Fare Grosseto.

Sono stati tagliati posti letto, aumentati ticket e i costi dei servizi – continua il movimentoLa Asl 9  ha a disposizione 2,4 posti letto per mille abitanti, la più bassa percentuale della Toscana, a fronte di un territorio vastissimo con viabilità complicata e di una popolazione in costante invecchiamento, mentre altre province continuano ad averne anche il doppio. L’ospedale di Grosseto ormai sta diventato un poliambulatorio”.

“La nostra provincia ha pagato abbondantemente il prezzo della riorganizzazione con la chiusura dei punti nascita, di alcuni reparti e servizi, l’introduzione del modello per intensità di cura ed il mancato sviluppo dell’assistenza territoriale, mentre in altre realtà si prevedono nuove assunzioni d’infermieri, ostetriche e operatori socio sanitari – si legge ancora nella nota di Fare GrossetoSecondo il movimento, simili scelte della politica tendono non solo a ridurre drasticamente personale impiegato, posti letto, infrastrutture, servizi, medicine, vitto e quant’altro, ma anche ad avviare i servizi la verso privatizzazione”.

“In questo tipo di organizzazione sanitaria al centro di tutto non c’è più il malato, ma ancora solo i numeri. A fare le spese saranno come sempre gli anziani e i più deboli economicamente, dovendo sopportare lunghe atteserimarcano dal movimentoscegliendo strutture private e spostandosi in altre città per curarsi. Fare Grosseto chiede agli amministratori locali di contrastare le decisioni regionali in campo sanitario e di prendere una decisa posizione politica a tutela della cittadinanza e della sanità della Provincia di Grosseto”.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

* Utilizzando questo form si acconsente al trattamento dati personali secondo norma vigente. Puoi consultare la nostra Privacy Policy a questo indirizzo

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ti potrebbero interessare

Le tue preferenze relative alla privacy
Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione. Cliccando su accetta si autorizzano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su rifiuta o la X si rifiutano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su personalizza è possibile selezionare quali cookie di profilazione attivare.
Attenzione: alcune funzionalità di questa pagina potrebbero essere bloccate a seguito delle tue scelte privacy