Home GrossetoPolitica Grosseto Pdl: “Caso Mancini: dietro alla revoca dell’incarico c’è una maggioranza allo sbando”

Pdl: “Caso Mancini: dietro alla revoca dell’incarico c’è una maggioranza allo sbando”

di Roberto Lottini
0 commento 5 views

Attraverso una nota, il gruppo consiliare del Pdl al Comune di Grosseto commenta la vicenda della revoca dell’assessorato a Valentina Mancini:

“L’atteggiamento del sindaco Bonifazi e la sua decisione di defenestrare l’assessore Mancini, rappresenta a distanza di appena un anno dalla sua rielezione, l’ulteriore riprova della confusione che regna nella maggioranza, incapace di governare questa città.

E’ certamente merito del gruppo del PDL quello di aver sollevato, in più di una occasione, la questione spinosa della posizione di Valentina Mancini all’interno della giunta comunale”.

“Ignorati addirittura dal segretario comunale Venanzi e da alcuni esponenti della maggioranza che si sono adoperati per discettare tesi scarsamente convincenti – continua il Pdl -, sindaco e giunta hanno continuato nel loro lavoro per mesi fino all’ultimo scivolone (dopo i tanti) relativo alla vendita delle Farmacie, quando il sindaco ha tacciato come “personali “ le considerazioni che gli assessori Mancini e Carosi hanno riferito ai sindacati in un incontro “ufficiale”: dichiarazioni apparse su tutti gli organi di stampa e che lo hanno costretto intervenire e in parte a smentire.

Circostanza questa che si somma a molte altre dove quest’amministrazione ha più volte mostrato la sua incapacità a governare, dopo aver disatteso tutte le promesse elettorali che avevano portato alla rielezione a sindaco di Bonifazi. Emblematici i casi inerenti agli aumenti previsti sui nidi e sulle materne,  il macroscopico ritardo nell’approvazione del Regolamento Urbanistico dopo una gestazione che va avanti da circa sei anni con le pesanti critiche di Regione Toscana, Provincia e altri enti e associazioni, i cento passi indietro su tutti i progetti “bandiera” e la brutta figura sulla vicenda del dormitorio previsto nei progetti PIUSS”.

“Altresì, allo stato attuale, – conclude il gruppo di minoranza in Consiglio comunale – non sappiamo neppure chi sia il capogruppo del Pd, considerate le dimissioni presentate da Panfi a suo tempo e che ci riferisce oggi di essere stato all’oscuro di questa decisione di revocare l’incarico.

Quindi, anche il più disattento dei cittadini, si è reso conto che le faide interne alla maggioranza, l’inconcludenza della medesima, la situazione di degrado della città e il declino economico che sta duramente colpendo il tessuto produttivo cittadino, aprono scenari a tinte fosche che chi sta amministrando non è in grado evidentemente di gestire”. 

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

* Utilizzando questo form si acconsente al trattamento dati personali secondo norma vigente. Puoi consultare la nostra Privacy Policy a questo indirizzo

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ti potrebbero interessare

Le tue preferenze relative alla privacy
Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione. Cliccando su accetta si autorizzano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su rifiuta o la X si rifiutano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su personalizza è possibile selezionare quali cookie di profilazione attivare.
Attenzione: alcune funzionalità di questa pagina potrebbero essere bloccate a seguito delle tue scelte privacy