Home Costa d'argento Possibile chiusura de La Peschereccia: Fai Cisl sollecita ripartenza del tavolo di crisi

Possibile chiusura de La Peschereccia: Fai Cisl sollecita ripartenza del tavolo di crisi

Biondi: "Situazione inaccettabile per le famiglie e per i lavoratori"

di Redazione
0 commento 44 views

Grosseto. “I lavoratori, le famiglie, il territorio e l’intero indotto non possono assolutamente subire una situazione del genere“. Con queste parole Antonella Biondi, della Fai Cisl Grosseto, spiega la situazione che sta vivendo la cooperativa La Peschereccia di Orbetello in seguito alla sentenza, emessa dal Tribunale, con la quale è stata dichiarata inammissibile la proposta di concordato preventivo e che, al tempo stesso, ha ordinato l’apertura della procedura di liquidazione giudiziale.

“I lavoratori che sono sempre stati disponibili per dare il proprio contributo positivo non hanno alcuna responsabilità in questa vicenda – continua Biondi – e per questo, come sindacato, abbiamo chiesto alla Regione Toscana la ripresa del tavolo di crisi, già aperto nel settembre del 2022, che siamo riusciti ad ottenere anche grazie ai lavoratori che ci hanno sempre ben rappresentato e che vogliamo continuare a sostenere. Al tavolo, per rappresentare le criticità e per tentare di superarle, hanno partecipato infatti oltre al sindacato anche la Regione Toscana, il sindaco di Orbetello e tutti i vari esponenti del settore. Questi momenti di confronto, nonostante le risposte auspicate non siano ancora arrivate, sono stati molto importanti e partecipati”.

Il sostegno e il supporto della Fai Cisl nei confronti dei lavoratori continua, così come la speranza che il lavoro al tavolo di crisi porti risposte importanti. “Non possiamo assolutamente permettere che le persone perdano il proprio posto di lavoro – conclude Biondie proprio per questo stiamo cercando di tutelarle con la speranza che si apra nuovamente, e più in fretta possibile, un tavolo partecipato con tutti i soggetti interessati per fare il punto della situazione e dare, finalmente, risposte concrete, responsabili e strutturali per il futuro dei lavoratori”.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

* Utilizzando questo form si acconsente al trattamento dati personali secondo norma vigente. Puoi consultare la nostra Privacy Policy a questo indirizzo

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ti potrebbero interessare

Le tue preferenze relative alla privacy
Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione. Cliccando su accetta si autorizzano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su rifiuta o la X si rifiutano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su personalizza è possibile selezionare quali cookie di profilazione attivare.
Attenzione: alcune funzionalità di questa pagina potrebbero essere bloccate a seguito delle tue scelte privacy