Home Cultura & Spettacoli La Chelliana si rifà il trucco e riapre le porte alla città: tre giorni ricchi di eventi per l’inaugurazione

La Chelliana si rifà il trucco e riapre le porte alla città: tre giorni ricchi di eventi per l’inaugurazione

Il programma delle iniziative

di Redazione
0 commento 43 views

Grosseto. Il Comune di Grosseto inaugura i nuovi spazi della biblioteca Chelliana con Design Funzione Arte, evento a cura del designer Alessandro Corina.

Da lunedì 8 a mercoledì 10 luglio il cuore della città sarà la location di talk, esposizioni ed eventi per festeggiare insieme la riapertura completa di Palazzo Mensini, che, con un progetto di rigenerazione urbana dal valore di circa 4 milioni di euro, viene restituito ai grossetani in una veste completamente nuova.

“Questa conferenza rappresenta un momento di grande emozione – sottolinea il sindaco di Grosseto, Antonfrancesco Vivarelli Colonna -. Non era ancora stata ufficializzata la mia candidatura a sindaco che, con i miei futuri colleghi di amministrazione, già progettavamo il sogno di riportare la biblioteca Chelliana in centro. Ringrazio in particolar modo l’assessore alla cultura Luca Agresti per aver ispirato, lanciato e supportato questo progetto. Luca è un grande politico, è stato e continua per me ad essere un grande punto di riferimento. Il merito di aver riportato la Chelliana nella sua sede originaria è tutto suo. Ringrazio anche Anna Bonelli, direttrice della biblioteca, a cui all’inizio del mio primo mandato avevo promesso che la Chelliana sarebbe ritornata in centro”.

“Se siamo arrivati ad ottenere questo risultato è merito di tutta l’amministrazione comunale e della grande capacità di leadership del sindaco – dichiara l’assessore alla cultura, Luca Agresti. Quando si fa politica, il momento più bello è quando si concretizza il rapporto tra l’idea e l’azione. Vogliamo far sì che il centro storico diventi sempre più il fulcro di iniziative culturali: basti pensare che in otto anni abbiamo investito quattro milioni per riportare la Chelliana a Palazzo Mensini. Dall’8 al 10 luglio presenteremo la biblioteca e il giardino letterario alla città, si tratta di due opere meravigliose”. 

“Oggi celebriamo con orgoglio la conclusione dei lavori di restauro di Palazzo Mensini e il completo ritorno della biblioteca Chelliana nella sua sede rinnovata – afferma l’assessore Riccardo Ginanneschi. I lavori hanno visto due step: il primo nel 2018-2019 e il secondo dal 2023 al 2024, quando la rigenerazione dell’edificio è stata ultimata. Oggi la biblioteca torna alla città completamente rinnovata, con l’apertura di un nuovo giardino letterario a disposizione per eventi e rassegne. Palazzo Mensini diventa una straordinaria occasione di veicolare esperienze, socialità e significati condivisi, influenzando i modi in cui la collettività vive il contesto del territorio”.

“Il progetto nella sua totalità suggerisce di concepire la natura dell’innovazione sociale in termini globali, integrando cioè il tema del context-specific (la biblioteca e il suo significato culturale) con quello del place-specific (il ripristino della pertinenza esterna) – spiega Anna Bonelli, direttrice della Chelliana -. L’amministrazione nel 2022 ha partecipato al bando sulla rigenerazione urbana promosso dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Firenze per sostenere progetti innovativi di recupero e riattivazione di spazi al chiuso o all’aperto: infatti, il progetto ‘La biblioteca riemersa’ concerne l’intervento di ‘Riqualificazione, valorizzazione e fruizione dell’area di pertinenza della biblioteca comunale Chelliana, denominato giardino letterario’, concepito come uno spazio collegato alla biblioteca, aperto alla collettività e che ha in sé una forte valenza pubblica e un importante significato simbolico, dedicando in particolare l’area allo scrittore grossetano Luciano Bianciardi”.

Per festeggiare questo importante traguardo il Comune di Grosseto ha scelto il designer grossetano Alessandro Corina, curatore di Design Funzione Arte, che nel 2024 arriva alla sua seconda edizione: “Ho voluto donare alla mia città questo evento che ho presentato per la prima volta nel 2022. Umanità, fantasia e coraggio sono i valori che ispirano ogni mio progetto – spiega il designer – . Valori che saranno al centro di ogni iniziativa durante la rassegna, che mira a ispirare e coinvolgere un’ampia gamma di pubblico. L’evento presenterà tre affascinanti concept che esploreranno le connessioni tra ‘design, funzione arte’, offrendo al pubblico un’opportunità unica per indagare il connubio tra creatività, funzionalità e bellezza, per confrontarsi su concetti fondamentali del design e celebrare l’evoluzione dell’ingegno umano verso il bene comune. Infine, un ringraziamento sentito a tutti partner che hanno creduto in questo progetto”.

Il tema del 2024, “La bellezza del design, insieme al suo comfort e alla sua utilità e con l’arte di ieri e di oggi si evolve attraverso l’emozione e il punto di vista”, sarà declinato su tre concetti fondamentali: design, funzione e arte. Il tutto attraverso incontri, esposizioni, iniziative e luoghi diversi.

Le tre giornate di eventi vedono la partnership di Fondazione Cassa di Risparmio di Firenze, Diocesi di Grosseto, Fondazione Grosseto Cultura e Banca Tema. I supporter dell’iniziativa sono Rrd, Tiemme, Generali, Aurelia Antica shopping center, L’Uva e il malto, i partner tecnici Alivar, Cava, Smeg, Hypermaremma, Giuseppe Lo Schiavo.

“La Fondazione Cassa di Risparmio di Firenze e il Comune di Grosseto viaggiano di pari passo – sottolinea Carlo Vellutini, membro del Consiglio di Amministrazione di Fondazione Cassa di Risparmio di Firenze –, con l’obiettivo condiviso di creare spazi e luoghi della cultura a Grosseto. Questo gioco di squadra ha permesso di ottenere grandi risultati”.

“Orgogliosi di essere tra i supporter dell’evento ‘Design Funzione Arte’ promosso dal Comune di Grosseto per la riapertura dei nuovi spazi della Biblioteca Chelliana“. Con queste parole Guido Delmirani, presidente di Tiemme Spa, commenta la scelta dell’azienda di trasporto pubblico locale di investire ed essere partner della completa riapertura di Palazzo Mensini a Grosseto.

“Tiemme – spiega Delmiraniaveva già sponsorizzato nel 2023 la prima edizione di Design Funzione Arte. Per questo oggi abbiamo voluto essere ancora una volta partner dell’evento con cui condividiamo i valori e la volontà di celebrare il connubio tra creatività, funzionalità e bellezza, concetti fondamentali anche della nostra mission aziendale. Il nostro impegno è quello di essere vicini ai nostri territori di appartenenza, sostenere le iniziative culturali, soprattutto gli eventi come questo, che mettono insieme il lavoro delle istituzioni con quello di partner privati a favore della comunità locale”.

Il programma degli eventi

Concept 1 – Design

La prima tavola rotonda, inaugurata dal sindaco Antonfrancesco Vivarelli Colonna, dall’assessore alla cultura Luca Agresti, dall’assessore ai Lavori pubblici Riccardo Ginanneschi e dalla direttrice della Chelliana Anna Bonelli, avrà sede nel Teatro degli Industri lunedì 8 luglio alle 18.

Il tema scelto è quello del design, con riferimento all’evoluzione della seduta e dei piccoli elettrodomestici nel corso dell’ultimo secolo.

L’evento vedrà la partecipazione di designer contemporanei di fama nazionale e internazionale, Matteo Bazzicalupo e Raffaella Mangiarotti, designer di deepdesign e di Smeg, lo studio di progettazione Angelettiruzza e Alessandro Corina. A moderare sarà la giornalista Elena Cattaneo.

La mostra “L’evoluzione della seduta”

La mostra è dedicata all’evoluzione della seduta, dimostrazione di come questi oggetti di design si siano evoluti sotto il profilo dell’estetica, della bellezza, e anche della praticità e comodità. Un viaggio nel tempo, il talento e l’arte dei designer-architetti più celebri come il finlandese Eero Saarinen, l’austriaco Josef Hoffmann, l’ungherese Marcel Breuer, il francese Pierre Chareau, l’irlandese Eileen Gray, il tedesco Ludwig Mies Van der Rohe, fino ad arrivare all’espressione e ai prodotti di brand moderni come Alivar, MyHome Collection, Mvsevm e Cava.

La mostra “L’artigianalità, il design e il suo colore”

Lo sviluppo relativo alla progettualità degli oggetti e la sua utilità sono emblematici anche per i piccoli elettrodomestici, per i quali l’esperienza del brand Smeg costituisce una storia esemplare: non più solo oggetti pratici e semplici dedicati all’uso quotidiano ma veri e propri pezzi di design da collezione. Gli oggetti iconici di Smeg, design by deepdesign, saranno collocati su una installazione in legno ideata appositamente per l’esposizione da Alessandro Corina e realizzata dall’artista Marco Celeghin.

Le esposizioni trovano spazio nella biblioteca Chelliana e saranno aperte al pubblico fino al 21 luglio (ingresso gratuito).

Concept 2 – Funzione

La seconda tavola rotonda è in programma martedì 9 luglio alle 18 al Teatro degli Industri. L’ospite del talk sarà Paolo Stella, direttore creativo, scrittore, digital maker, content creator e fondatore del format @suonarestella che ha definito una nuova e inesplorata strada per comunicare il design. Moderato dalla giornalista, vicedirettore di Artribune, Santa Nastro, l’incontro sarà l’occasione per approfondire il ruolo del design nella società e per esplorare nuove vie comunicative.

La funzione evidenzia, come attraverso il design e la sua bellezza, possa scaturire emozione. Un’emozione di tipo intellettuale o tattile: ad accomunarle è il punto di vista dell’essere umano, attraverso il quale si realizza l’evoluzione, con una diretta conseguenza sul bene comune.

Concept 3 – Arte

Il terzo concept si concentrerà sul parallelismo tra l’arte digitale e l’arte sacra, sviluppato tramite una tavola rotonda nella sede della Banca Tema, in corso Carducci, mercoledì 10 luglio alle 18. Alla tavola rotonda, moderata da Giacomo Nicolella Maschietti, giornalista specializzato in arte digitale, parteciperanno: Serena Tabacchi, direttrice e co-fondatrice del MoCDA-Museum of contemporary digital art di Londra, don Paolo Gentili, della Diocesi di Grosseto, Carlo Patris di Hypermaremma, Fabio Becherini, direttore della Banca Tema, e il designer Alessandro Corina.

Fino al 19 luglio il Duomo di Grosseto sarà il portale d’accesso all’opera Nft “Symbiotica” di Giuseppe Lo Schiavo, acquisita per la comunità da Banca Tema.

Il video Cgi “Symbiotica” è un’opera di animazione digitale che fonde in modo fluido elementi della cultura pop, della robotica, della storia dell’arte e della natura, presentando un’estetica fotorealista. Il titolo simboleggia le intricate relazioni che costituiscono la base dell’esistenza umana ed esplora la proiezione dell’umanità attraverso la tecnologia.

Articolato in quattro capitoli distinti, indaga i percorsi individuali, la replicazione cellulare, la bellezza dell’unità e l’importanza della natura. “Symbiotica” celebra, infine, l’interconnessione, ritraendo una sinfonia armoniosa di azione collettiva e sottolineando il profondo legame tra l’umanità e l’ambiente.

Inoltre, all’esterno del Duomo fino alla fine dello stesso mese, per la mostra “Ciel’in città” sarà allestita l’opera di Giuseppe Gallo, “Eroi”, proposta dall’associazione Hypermaremma. L’installazione vedrà il posizionamento di dodici grandi figure in bronzo raffiguranti delle sedie con gambe altissime, dall’impatto surrealista, che allo stesso tempo evocano delle sinuose radici e dei rami di alberi ondulati dal vento.

“Come Banca di credito cooperativo abbiamo il compito di sostenere lo sviluppo economico locale, ma anche di migliorare le condizioni morali e culturali dei nostri territori di riferimento e di promuovere la cooperazione – afferma Fabio Becherini, direttore generale di Banca Tema –. Questa collaborazione ben rappresenta, dunque, i nostri valori e la nostra mission aziendale, nonché l’occasione perfetta per condividere con la cittadinanza l’opera digitale Symbiotica che, in accordo con la Diocesi, sarà eccezionalmente esposta al Duomo. Il nostro impegno per promuovere la cultura è costante e quando, come in questo caso, si creano le giuste sinergie tra istituzioni e partner privati a vantaggio della collettività, è per noi una grande soddisfazione”.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

* Utilizzando questo form si acconsente al trattamento dati personali secondo norma vigente. Puoi consultare la nostra Privacy Policy a questo indirizzo

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ti potrebbero interessare

Le tue preferenze relative alla privacy
Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione. Cliccando su accetta si autorizzano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su rifiuta o la X si rifiutano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su personalizza è possibile selezionare quali cookie di profilazione attivare.
Attenzione: alcune funzionalità di questa pagina potrebbero essere bloccate a seguito delle tue scelte privacy