Home Costa d'argento Festival “Autori al Centro”: bottiglie d’autore in premio ai vincitori

Festival “Autori al Centro”: bottiglie d’autore in premio ai vincitori

Le Magnum di Morellino, donate proprio dalla Cantina cooperativa dei Vignaioli del Morellino di Scansano, sono state rese uniche dalla creatività dei numerosi artisti che hanno aderito all’iniziativa

di Redazione
0 commento 64 views

Grosseto. Sono finalmente state svelate le opere create dagli artisti come premialità per i concorrenti e gli ospiti del festival “Autori al Centro“, che si terrà dal 7 al 10 dicembre nei territori di Scansano e Magliano in Toscana.

Il taglio del nastro avverrà il 7 dicembre alle 15.30 alla Cantina cooperativa dei Vignaioli del Morellino di Scansano e madrina d’eccezione sarà Ilenia Garofalo, Miss Coraggio all’edizione 2023 di Miss Italia a Salsomaggiore Terme.

Le Magnum di Morellino, donate proprio dalla Cantina cooperativa dei Vignaioli del Morellino di Scansano, sono state rese uniche dalla creatività dei numerosi artisti che hanno aderito all’iniziativa.

In collegamento con Maremma in Diretta dalla Casa della Cultura di Montiano, il direttore artistico del festival, Anna Del Vacchio, ha mostrato una ad una queste opere, mentre gli autori raccontavano a Carlo Sestini le suggestioni che le hanno ispirate. Sono stati utilizzati materiali come cuoio, ferro, ceramica e diverse tecniche pittoriche. Ciascun artista ha interpretato la decorazione a proprio estro, lavorando sulla bottiglia, sull’etichetta, sulla scatola. 

Ad ogni bottiglia è poi stata apposta, in diretta, un’etichetta trasparente, dono dell’Unione italiana ciechi e ipovedenti di Grosseto in cui si legge in Braille “Festival Autori al Centro 2023 – Magliano in Toscana e Scansano (GR)”

Un tripudio di colori, fantasia e tanta tanta bellezza, che resterà in esposizione alla Cantina dei Vignaioli a Scansano fino all’inizio del festival.

Le decorazioni

Antonio Chessa ha decorato la grande formato che andrà al 1° classificato, ma anche Andrea Ferrari, Dino Petri, Joshua Graetz, Stella Bellia, Dominga Tammone, Ivan Petri, Giacomo Pecciarini, Inna Varivonchik, Thomas Lelli, Gemma Materazzi, Agata Florio, Serenella Stefanini, Doriana Melosini, Giulia Gazzetta, Dorina Canapini,  Marina Flor Quattrini, Gruppo Artisti “F. Staiti”, Marco Sora, Zita Magnani, Chiara Martini, Bruno Lelli, Emporio di Scansano, Enrico Mele hanno creato opere originali andando spesso oltre la pittura e il disegno: chi applicando doghe e foglie in cuoio, chi ricamando a punto croce, chi creando gioielli applicati…

Nasce così “L’uomo vinuviano” creato in ferro da Marco Sora e i versi incisi a fuoco sulla scatola, o la prosa poetica di Doriana Melosini dedicata a San Bruzio, o i gioielli in Raku bagnati nel vino Morellino di Scansano pensati da Bruno Lelli e dagli artisti del gruppo “Staiti” e molto molto altro ancora, raccontato nelle pergamene o sulle scatole da ciascun artista.

Ognuna di queste bottiglie è dunque un’opera d’arte unica e non riproducibile che verrà fotografata in ogni particolare per creare un book fotografico di memorie per questa prima fantastica edizione del festival “Autori al Centro” 2023 che ha mosso due popolazioni verso questo progetto comune, frutto del lavoro e della collaborazione della quasi totalità degli abitanti di Scansano e Magliano.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

* Utilizzando questo form si acconsente al trattamento dati personali secondo norma vigente. Puoi consultare la nostra Privacy Policy a questo indirizzo

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ti potrebbero interessare

Le tue preferenze relative alla privacy
Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione. Cliccando su accetta si autorizzano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su rifiuta o la X si rifiutano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su personalizza è possibile selezionare quali cookie di profilazione attivare.
Attenzione: alcune funzionalità di questa pagina potrebbero essere bloccate a seguito delle tue scelte privacy