Home Cultura & Spettacoli Isgrec: la biblioteca riapre i battenti e torna ad accogliere i cittadini

Isgrec: la biblioteca riapre i battenti e torna ad accogliere i cittadini

Otre 20mila volumi in 200 metri quadri per la struttura alla Cittadella dello Studente

di Redazione
0 commento 63 views

Indice dei contenuti

Grosseto. Dopo importanti lavori di ristrutturazione e la celebrazione del trentesimo anno di attività, l’Istituto storico grossetano della Resistenza e dell’età contemporanea (Isgrec), torna nella storica sede alla Cittadella dello studente di Grosseto. E con il rientro nella sede, riaprono i battenti anche la biblioteca “Francesco Chioccon” e l’archivio dell’Isgrec, una delle strutture della Rete Grobac, delle biblioteche e degli archivi di Maremma.

La biblioteca

Con 20mila volumi, la biblioteca di storia moderna e contemporanea, intitolata a Francesco Chioccon, avvocato antifascista e primo presidente dell’Isgrec, vanta un patrimonio molto importante che finalmente torna interamente a disposizione della cittadinanza. Tornano disponibili per la consultazione anche, in 200 metri lineari di archivio, fondi importantissimi per la ricerca sul nostro territorio.

“Negli ultimi due anni siamo sempre riusciti a garantire prestiti e interprestiti – dichiara la direttrice dell’Isgrec Ilaria Cansella –, anche nel periodo della pandemia, quando i nostri uffici erano provvisoriamente collocati in viale Europa, ma chiaramente la consultazione di archivio e libri in loco non è stata possibile. È un grande risultato, quindi, tornare ad aprire al pubblico e mettere a disposizione il nostro grande patrimonio“.

Gli orari

La biblioteca è aperta dal lunedì al venerdì, dalle 9 alle 13 e dalle 15 alle 18, ma è possibile anche chiedere un appuntamento e visitarla in altri orari. Per la consultazione dell’archivio, invece, essendo indispensabile la presenza dell’archivista, deve essere richiesto un appuntamento. Alla biblioteca “Chioccon” è possibile usufruire di dieci postazioni di studio e consultazione, wifi gratuito e, con l’arrivo dell’estate, anche di alcune postazioni in esterno, nel giardino che circonda la sede.

“Il ritorno, a pieno regime, dell’attività della biblioteca dell’Isgrec è molto importante – dichiara Emiliano Rabazzi, presidente della Rete Grobac – perché è uno dei punti in cui si può attivare il prestito e restituire il materiale ricevuto proveniente da ognuna delle nostre strutture. Inoltre, la posizione all’interno della Cittadella dello studente, lo rende un punto ‘strategico’ per gli alunni degli istituti che frequentano ogni giorno l’area. Ma non dobbiamo dimenticare che, all’interno della Rete Grobac, l’Isgrec svolge un compito molto importante affidatogli dalla Biblioteca della Ghisa di Follonica, quello di referente tecnico per l’attività sugli archivi: perché la custodia del nostro patrimonio archivistico è fondamentale per la memoria storica di un territorio“.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

* Utilizzando questo form si acconsente al trattamento dati personali secondo norma vigente. Puoi consultare la nostra Privacy Policy a questo indirizzo

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ti potrebbero interessare

Le tue preferenze relative alla privacy
Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione. Cliccando su accetta si autorizzano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su rifiuta o la X si rifiutano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su personalizza è possibile selezionare quali cookie di profilazione attivare.
Attenzione: alcune funzionalità di questa pagina potrebbero essere bloccate a seguito delle tue scelte privacy