Home GrossetoCinema Grosseto Torna l’Hexagon Film Festival: il centro storico ospita il grande cinema

Torna l’Hexagon Film Festival: il centro storico ospita il grande cinema

di Redazione
0 commento 43 views

Torna l’Hexagon Film Festival, appuntamento ormai consolidato del palinsesto culturale della città di Grosseto.

La rassegna cinematografica, organizzata da Kalonism Aps con il contributo di Fondazione Cassa di Risparmio di Firenze, Comune di Grosseto, Conad e Tiemme e con il sostegno di Fondazione Grosseto Cultura e Polo universitario grossetano, porta per il quarto anno consecutivo la miglior produzione internazionale di short film nel capoluogo della Maremma Toscana.

Ben 32 i corti selezionati dal direttore artistico Lorenzo Santoni e dal comitato selettivo, provenienti da 17 nazioni diverse e da tutti i 5 continenti, che saranno fruibili dalla cittadinanza in forma gratuita.

A inaugurare la manifestazione, come consuetudine, i “Corti in Vetrina”, format che quest’anno cambia veste, ma non intento. I dieci cortometraggi selezionati per la categoria saranno visibili nella piattaforma streaming accessibile dal sito di Hexagon Film Festival al link https://bit.ly/3RDQuRj, permettendo a quanto più pubblico possibile di fruire delle opere messe a disposizione. Sarà possibile, oltre che vedere i cortometraggi, votare i propri preferiti, fino ad un massimo di 3.

Il vincitore, che si aggiudicherà il premio del pubblico per la categoria “Corti in Vetrina” 2022, sarà rivelato, insieme a tutti gli altri vincitori, nel corso del gran galà di premiazione che si terrà il 17 settembre alle 21 al Teatro degli Industri. La serata, a ingresso gratuito, sarà preceduta, come di consueto, dalle proiezioni live, anch’esse a ingresso libero, di giovedì 15 e venerdì 16 settembre, alle 21, al Polo universitario di Grosseto.

Nella due giorni di proiezioni dal vivo sarà possibile vedere i cortometraggi in gara per le sezioni “Tiferet” (live-action a tema libero), “Bereshit” (animazione a tema libero), “Il lato Positivo” (live-action o animazione a tema disabilità) e “Rasenna” (produzioni girate in toscana o realizzate da cineasti toscani), i cui vincitori saranno decretati da una giuria d’eccezione, composta da Ilde Mauri, regista ed attrice, Marco Renda, regista, Arianna Ninchi, attrice, Adolfo Di Molfetta, regista d’animazione, e Simonetta Grechi, direttore artistico di Clorofilla Film Festival.

Novità di quest’anno l’Hexagon Film Festival Soundtrack Contest: musicisti e compositori italiani e stranieri sono stati chiamati a realizzare la sigla di apertura della manifestazione, che verrà utilizzata durante le serate dal vivo. Tra le 150 colonne sonore arrivate ne sono state selezionate tre: una dall’Italia, una dalla Spagna e una dall’Iran.

L’illustrazione della locandina ufficiale, che ogni anno vede la partecipazione di personalità di spicco del panorama artistico italiano, quest’anno è stata affidata all’illustratore e vignettista Emilio Giannelli.

«Torna a Grosseto, con la sua quarta edizione, l’Hexagon Film Festival – commentano il sindaco Antonfrancesco Vivarelli Colonna e l’assessore alla cultura Luca Agresti e con esso torna anche a rivivere la passione che questo evento, divenuto ormai parte della nostra vita culturale, genera in tutto il territorio. La rassegna di cortometraggi ideata dal direttore artistico Lorenzo Santoni promette anche quest’anno successo, innovazione, originalità nei vari contenuti. Una delle caratteristiche più interessanti, e senza dubbio vincenti, del festival, risiede senz’altro nella possibilità che viene data a tutti gli appassionati di partecipare e di avere voce in capitolo in fase di votazione dei cortometraggi: protagonisti concreti di un viaggio che si preannuncia di livello davvero alto. Vogliamo ringraziare Kalonism Aps che, con la consueta passione, si è occupata di organizzare un appuntamento che riesce a portare in città il meglio della produzione di short film italiani e internazionali».

«Fondazione Grosseto Cultura – dichiara il presidente Giovanni Tombari sostiene Hexagon Film Festival fin dalla prima edizione. Abbiamo sempre creduto nelle grandi potenzialità di una rassegna dal respiro internazionale, grazie al talento dell’ideatore del festival, il direttore artistico Lorenzo Santoni. E in questi anni i risultati hanno dimostrato che anche Grosseto può diventare una delle capitali del cinema: nelle edizioni passate, infatti, la nostra città ha ospitato la migliore produzione di cortometraggi e siamo certi che sarà così anche quest’anno, con 32 corti in arrivo da 17 Paesi di tutto il mondo. Inoltre si tratta di opere che tutti potranno vedere, in streaming e in proiezioni a ingresso libero. Una formula che si concilia alla perfezione con la nostra concezione di fruizione dell’arte a un pubblico più ampio possibile».

«Ho già espresso l’entusiasmo che proviamo nell’organizzare questo evento – afferma Lorenzo Santoni, direttore artistico di Hexagon Film Festival –, adesso posso fare una promessa agli spettatori che affolleranno l’aula magna ed il Teatro degli Industri: non rimarrete delusi.»

Hexagon Film Festival: il programma

“Corti in Vetrina” 2022

Ogni giorno, da lunedì 5 alle 17 di domenica 11 settembre, sarà possibile vedere i 10 corti in vetrina accedendo alla piattaforma streaming del sito internet di Hexagon Film Festival al seguente link https://bit.ly/3RDQuRj

Sempre all’interno della piattaforma, accedendo tramite una mail, per accertare la correttezza del voto, sarà possibile scegliere i propri cortometraggi preferiti, esprimendo un massimo di tre preferenze, votando una sola volta per utente e decretando così il vincitore del premio del pubblico per la categoria Corti in Vetrina.

Fase finale 2022

Giovedì 15 e venerdì 16 settembre, dalle 21, sarà la volta delle proiezioni dal vivo, ospitate dal Polo universitario grossetano. Le serate sono ad ingresso gratuito e vedranno la proiezione, proprio come al cinema, dei film selezionati per le categorie “Tiferet”, “Bereshit”, “Il lato positivo” e “Rasenna”.

Sabato 17 settembre, dalle 21, al Teatro degli Industri, scopriremo infine i vincitori di categoria e il vincitore assoluto della rassegna, nella serata finale di premiazioni, presentata da Flora Contrafatto, attrice e modella, e dal comico ed attore Davide Calgaro, che si esibirà in alcuni suoi monologhi. Ospite d’eccezione Erica Abelardo, con una performance magica di una tra le arti più suggestive ed emozionanti: la sand art.

Anche quest’anno la qualità delle produzioni in gara è di indubbio valore con due dei corti selezionati precedentemente in gara ai Festival di Cannes e di Venezia.

Per la partecipazione alle serate, tutte ad ingresso gratuito, non è necessaria la prenotazione.

Corti in Vetrina 2022: la selezione ufficiale

“4 a.m. (Descente)”, Mehdi Fikri, Francia, 2021 (10’)
“Happy Marriage”, Sana Jafri, Pakistan, 2021 (10’)
“La tela di Penelope”, Marco De Biasi, Italia, 2022 (8’)
“Mio Nico”, Michela Cappelloni, Italia, 2021 (8’)
“Offshore (På Djupt Vatten)”, Lorenzo Follari, Svezia, 2021 (5’)
“Rapsodia Sobre Una Manzana”, Carlos Calvar, Spagna, 2021 (9’)
“Rómulo”, Emilio González, Spagna, 2021 (10’)
“Slap me to sleep”, Julien Giovani Stainier, Italia, 2021 (8’)
“The Sprayer”, Farnoosh Abedi, Iran, 2022 (9’)
“You promised not to be sad”, Stanislav Konoplov, Ucraina, 2022 (10’)

Fase Finale 2022: la selezione ufficiale

“Tiferet”

“Branka”, Ákos K. Kovács, Ungheria, 2021 (20’)

“Cai – Ber”, Ahmed Abdelsalam, Egitto, 2021 (17’)

“Censor of dreams”, Léo Berne e Raphaël Rodriguez, Francia, 2021 (18’)

“Don vs Lighting”, Big Red Button (Johnny Burns e Pier van Tijn), Regno Unito, 2021 (13’)

“Free Fall2, Emmanuel Tenenbaum, Francia, 2021 (20’)

“Hair Tie, Egg, Homework Books”, Runxiao Luo, Cina, 2021 (16’)

“Intermedio”, Bernabé Rico, Spagna, 2020 (13’)

“Killing Ourselves”, Maya Yadlin, Israele, 2022 (15’)

“Pops”, Lewis Rose, Regno Unito, 2021 (20’)

“Richter”, Koloreto Cukali, Albania, 2022 (20’)

“Shark”, Nash Edgerton, Usa, 2021 (14’)

“Talponi”, Vanja Tognola, Svizzera, 2021 (16’)

“Wolf + Lamb”, Giuseppe Schettino, Italia, 2022 (15’)

“Bereshit”

“Cromosoma X”, Lucia Bulgheroni, Italia, 2021 (9’)

“Fetch”, Sam Gill, Nuova Zelanda, 2021 (19’)

“Stone Heart”, Humberto Rodrigues, Brasile, 2021 (9’)

“Il lato positivo”

“Cos”, Silvia Muzzioli, Spagna, 2022 (16’)

“Le clair-obscur”, Francesco Zarzana, Italia, 2022 (15’)

“Piano”, Lorenzo Vitrone, Italia, 2020 (8’)

“Rasenna”

“La stanza più fredda”, Francesco Rossi, Italia, 2021 (15’)

“Lucky Mood”, Andrea Calevo, Italia, 2021 (7’)

“Mentre non c’eri”, Maurizio Rigatti, Italia, 2021 (10’)

Ogni cortometraggio gareggia per il premio di categoria che consiste in un manufatto celebrativo ed un premio in denaro, così come il vincitore del soundtrack contest, mentre un manufatto celebrativo e un premio in denaro di 1.000 euro saranno assegnati al vincitore assoluto, eleggibile tra tutti i cortometraggi selezionati.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

* Utilizzando questo form si acconsente al trattamento dati personali secondo norma vigente. Puoi consultare la nostra Privacy Policy a questo indirizzo

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ti potrebbero interessare

Le tue preferenze relative alla privacy
Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione. Cliccando su accetta si autorizzano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su rifiuta o la X si rifiutano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su personalizza è possibile selezionare quali cookie di profilazione attivare.
Attenzione: alcune funzionalità di questa pagina potrebbero essere bloccate a seguito delle tue scelte privacy