Home Colline Metallifere Massa Marittima: doppio concerto sulle note di Vivaldi e Bach al giardino Norma Parenti

Massa Marittima: doppio concerto sulle note di Vivaldi e Bach al giardino Norma Parenti

di Redazione
0 commento 4 views

“Aspettando Lirica in Piazza”, la versione post Covid della rassegna operistica “Lirica in Piazza” che ogni estate si svolge a Massa Marittima, propone giovedì 23 luglio un doppio concerto nel giardino d’arte Norma Parenti, nel segno di Vivaldi e Bach.

Questo secondo la scelta dell’amministrazione comunale e dell’impresa organizzatrice della rassegna Europa Musica, di Renzo Renzi, di sostituire le tre consuete grandi opere liriche in piazza Garidaldi davanti alla cattedrale di San Cerbone (impossibili da mettere in scena secondo le norme anti contagio per la particolarità del luogo), con quattro spettacoli di dimensioni più ridotte in altrettanti suggestivi spazi della città. Tutto questo senza nulla togliere alla qualità della rassegna che presenta un programma musicale ricco e variegato.

Il giardino Norma Parenti, intitolato alla giovane partigiana di Massa Marittima uccisa dai nazifascisti nel 1944, è stato realizzato nel 2016 della scultrice del paesaggio Maria Dompè e si trova in via Todini 5. Sorge a ridosso delle mura medievali della città all’interno di un’area archeologica e si affaccia sul paesaggio delle Colline metallifere fino all’orizzonte sul mare. Può essere considerato come un’opera d’arte: movimenti di terra, manto erboso e pietra del luogo si alternano creando spirali di colori e dove spicca incisa in una lastra di metallo la scritta “Sol omnibus lucet”, che significa il sole splende per tutti.

In questo luogo così suggestivo e denso di significati i due violinisti solisti Corrado Stocchi ed Eugenio Falanga, con l’Orchestra da Camera Francesco Durante, eseguiranno alle 19 “Le quattro stagioni di Vivaldi”. Alle 21.30 i musicisti suoneranno invece il Concerto in Re Minore per due violini e orchestra d’archi di Johann Sebastian Bach.

Corrado Stocchi è nato a Roma nel 1964, si è diplomato al conservatorio di Santa Cecilia e si è perfezionato successivamente con maestri come Salvatore Accardo e Giulio Franzetti. Ha al suo attivo una lunga serie di concerti come spalla di orchestre da camera e sinfoniche, tenuti in varie città italiane, tra cui Roma, Napoli, Firenze, Bologna, Torino, Venezia ed in vari Paesi esteri. Ha registrato per la Rai e la Radio Vaticana (quintetto “La trota” di F. Schubert), e realizzato un cd di musica contemporanea con clavicembalo ed un’altro live come solista con l’ensemble “Metamorfosi”, al teatro Verdi di Terni, eseguendo le “Quattro stagioni” di Vivaldi e di Piazzolla.

Eugenio Falanga si è diplomato in violino sotto la guida di Luca Ranieri, si è perfezionato con Leon Spierer a Vicenza, Felice Cusano a Fiesole, con Prencipe e successivamente a Spoleto. Ha svolto un’intensa attività concertistica con orchestre da camera e sinfoniche. E’ stato responsabile dell’Orchestra da camera italiana di Salvatore Accardo, direttore di produzione del Festival Uto Ughi per Roma e responsabile dell’Orchestra Ensemble Le Muse.

I biglietti potranno essere acquistati in prevendita al Museo di San Pietro all’Orto, in corso Diaz 36 (tel. 0566.906525), oppure prima dei concerti. Il costo è di 5 euro per singolo concerto.

I prossimi appuntamenti della rassegna sono mercoledì 5 agosto, alle 21.30, con il concerto in piazza Garibaldi al cospetto della cattedrale di San Cerbone con l’Orchestra Nuova Europa, diretta dal maestro Maurizio Morgantini, il Coro polifonico dei minatori di Santa Barbara e la partecipazione straordinaria del soprano Paola Di Gregorio e del sassofonista Stefano Cocco Cantini. Saranno eseguiti brani della grande musica da cinema. L’ingresso al concerto, realizzato in collaborazione con gli Amici della Musica, è libero, ma sarà possibile lasciare un contributo che sarà devoluto alla lotta al Coronavirus.

Infine, il 13 agosto, sempre alle 21.30, nel chiostro di Sant’Agostino in corso Diaz, il concerto “Lo stupore del barocco” con il soprano Elisa Cenni, la tromba barocca di Domenico Agostini e l’organo suonato da Josep Solè Coli.

La rassegna è organizzata dal Comune di Massa Marittima insieme all’impresa Europa Musica di Roma. Informazioni e programma completo sul sito www.liricainpiazza.it o nella pagina Facebook di “Lirica in Piazza”.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

* Utilizzando questo form si acconsente al trattamento dati personali secondo norma vigente. Puoi consultare la nostra Privacy Policy a questo indirizzo

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ti potrebbero interessare

Le tue preferenze relative alla privacy
Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione. Cliccando su accetta si autorizzano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su rifiuta o la X si rifiutano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su personalizza è possibile selezionare quali cookie di profilazione attivare.
Attenzione: alcune funzionalità di questa pagina potrebbero essere bloccate a seguito delle tue scelte privacy