Home Cronaca Gestione illecita di rifiuti, occupazione abusiva ed opere eseguite in assenza di permesso a costruire

Gestione illecita di rifiuti, occupazione abusiva ed opere eseguite in assenza di permesso a costruire

Operazione delle forze dell'ordine all'Isola del Giglio

di Redazione
0 commento 50 views

Isola del Giglio (Grosseto). La mattina dell’8 maggio scorso, presso un’area demaniale dell’Isola del Giglio, in località Scanderia, si sono svolte operazioni di ispezione, disposte dalla Procura della Repubblica di Grosseto, ad opera del personale dell’ufficio circondariale marittimo di Porto Santo Stefano e del Nucleo investigativo di Polizia ambientale, agroalimentare e forestale dei Carabinieri Forestale di Grosseto (Nipaaf), con il supporto del Nucleo Carabinieri parco.

Le ispezioni hanno riguardato un’area di 16.253 mq (1,6 ettari). Durante l’esecuzione dei controlli i militari hanno accertato l’arbitraria recinzione ed occupazione di terreni del Demanio dello Stato da parte di ditte e persone, senza alcuna autorizzazione o concessione finalizzata all’esecuzione di attività artigianali e produttive, quali rimessaggio e riparazioni di barche e falegnameria, nonche’ di siti adibiti a deposito di materiali e a stoccaggio e raccolta di rifiuti pericolosi e non pericolosi senza alcuna autorizzazione.

I rifiuti rinvenuti sono risultati di varia tipologia, in particolare veicoli fuori uso, batterie al piombo esauste, rifiuti da demolizione, Raee, ferro e acciaio, piombo e ottone per un quantitativo di circa 2000 chili di rifiuti. Inoltre, è stata accertata la presenza di svariati manufatti adibiti a deposito di attrezzi e officina abusivi perchè senza alcun permesso a costruire rilasciato, il tutto peraltro in un area sottoposta a vincolo paesaggistico.

Al fine di interrompere la prosecuzione del reato, queste aree sono state sequestrate in modo preventivo ed i militari hanno operato anche il sequestro probatorio di alcuni veicoli fuori uso abbandonati. Le operazioni si sono concluse la sera stessa, e sono compendiate in atti e documenti al vaglio della competente autorità giudiziaria. Al momento, nel mirino degli investigatori ci sono svariate persone coinvolte, responsabili di condotte che si sono protratte nel tempo.

I responsabili individuati sono da considerare presunti innocenti fino al definitivo accertamento di responsabilità con sentenza irrevocabile.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

* Utilizzando questo form si acconsente al trattamento dati personali secondo norma vigente. Puoi consultare la nostra Privacy Policy a questo indirizzo

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ti potrebbero interessare

Le tue preferenze relative alla privacy
Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione. Cliccando su accetta si autorizzano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su rifiuta o la X si rifiutano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su personalizza è possibile selezionare quali cookie di profilazione attivare.
Attenzione: alcune funzionalità di questa pagina potrebbero essere bloccate a seguito delle tue scelte privacy