Home GrossetoCronaca Grosseto Spacciava droga in un affittacamere: arrestato uomo a Grosseto

Spacciava droga in un affittacamere: arrestato uomo a Grosseto

di Roberto Lottini
0 commento 0 views

Aveva preso una camera in affitto, dove spacciava droga e incontrava i clienti, offrendo loro anche la possibilità di assumere gli stupefacenti all’interno della stanza.

Stanotte, però, gli uomini della sezione “Narcotici” della Squadra Mobile hanno compiuto un vero e proprio blitz e hanno arrestato l’uomo, B.A.A., tunisino di 32 anni e residente a Marina di Grosseto, personaggio già noto alle forze dell’ordine.

Da ieri la Polizia era sulle tracce del nordafricano, dopo che le indagini avevano permesso di scoprire che l’uomo spacciava cocaina e eroina, intascando molti soldi dalla vendita della droga, e che la sera stessa avrebbe alloggiato presso un affittacamere a Grosseto per incontrare alcuni clienti nel parcheggio antistante.

Per questo motivo, gli agenti hanno deciso di compiere un appostamento di fronte alla struttura ricettiva per cogliere il tunisino con le mani nel sacco.

Intorno all’1.30, sono arrivate due auto che hanno atteso nel parcheggio dell’affittacamere l’arrivo di una terza vettura, giunta qualche minuto dopo, e dalla quale è sceso il nordafricano, che ha scambiato due parole con i passeggeri delle altre macchine.

Quindi, le due auto si sono subito rimesse in marcia: una verso Grosseto e l’altra in direzione Roselle, svoltando in via del Commendone.

A quel punto, dal mezzo occupato in precedenza dal tunisino, sono scesi anche un uomo e una donna, che sono stati accompagnati dallo stesso straniero all’interno dell’affittacamere.

Gli uomini della Questura, dopo aver assistito a questi movimenti sospetti, hanno chiamato in appoggio una Volante e hanno fatto irruzione nella camera in cui era alloggiato il nordafricano.

La scena che si sono trovati davanti i poliziotti era davvero eloquente: la donna stava fumando eroina, avvolta in una carta stagnola, ed era seduta su uno dei tre letti della camera, mentre il tunisino, alla vista degli agenti, ha tentato istintivamente di fuggire dalla finestra della stanza, posta al primo piano.

Non riuscendo a scappare, l’uomo ha comunque gettato di sotto un involucro di cellophane contenente circa un grammo di eroina, che veniva immediatamente raccolto dagli uomini della Questura.

Inoltre, all’interno di un comodino della stanza, è stata trovata e sequestrata una bustina di cocaina del peso lordo di 0,58 grammi e sono stati recuperati altri 0,40 grammi di eroina, che in seguito ai concitati momenti della perquisizione, si era sparsa nel cassetto del mobile.

Il tunisino è stato anche trovato in possesso di banconote per un valore complessivo di 1.240 euro, frutto di precedenti vendite di stupefacenti, ed alcuni cellulari, con cui parlava con i clienti.

Il nordafricano è stato arrestato con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio e spaccio di stupefacenti. Stamani è arrivata la convalida ed il Gip ha disposto per l’uomo la custodia cautelare in carcere.

La coppia, un uomo di 33 anni ed una donna di 34 anni residenti a Castelvolturno, sorpresa ad assumere droga all’interno della stanza, ha ammesso di aver acquistato gli stupefacenti dal tunisino al costo di 40 euro.

Entrambi pregiudicati, sono stati muniti del foglio di via obbligatorio con divieto di tornare nel comune di Grosseto per i prossimi tre anni.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

* Utilizzando questo form si acconsente al trattamento dati personali secondo norma vigente. Puoi consultare la nostra Privacy Policy a questo indirizzo

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ti potrebbero interessare

Le tue preferenze relative alla privacy
Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione. Cliccando su accetta si autorizzano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su rifiuta o la X si rifiutano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su personalizza è possibile selezionare quali cookie di profilazione attivare.
Attenzione: alcune funzionalità di questa pagina potrebbero essere bloccate a seguito delle tue scelte privacy