Home Attualità Manutenzione di strade e marciapiedi, Grosseto al centro: “Comune boccia proposta di iniziativa popolare”

Manutenzione di strade e marciapiedi, Grosseto al centro: “Comune boccia proposta di iniziativa popolare”

di Redazione
0 commento 958 views

Grosseto.La partecipazione dei cittadini non piace all’attuale amministrazione comunale di Grosseto: dopo la proposta della Consulta per il verde, il sindaco Vivarelli Colonna e i suoi assessori hanno respinto la proposta di iniziativa popolare, promossa da Grosseto al centro e sostenuta dalle firme di 115 elettori grossetani, che chiedeva la realizzazione di un piano di manutenzione di strade e marciapiedi on-line, di facile accesso e comprensibilità per tutti”.

A dichiararlo, in un comunicato, è l’associazione Grosseto al centro.

“Buche e pericoli per pedoni, ciclisti e veicoli: la condizione di molte strade e marciapiedi a Grosseto è sotto agli occhi di tutti; la loro manutenzione è una questione molto sentita dai grossetani – continua la nota –. Si sa che tra gli annunci propagandistici e la realtà non c’è sempre coincidenza, ma leggere i documenti ci può aiutare a far luce sulla verità: ciò che emerge è che il sindaco Antonfrancesco Vivarelli Colonna e la sua Giunta di assessori non vogliono che i cittadini conoscano e comprendano con facilità quali interventi di manutenzione sono stati fatti alle strade e ai marciapiedi della città di Grosseto e delle sue frazioni e, soprattutto, quali interventi sono previsti e verranno fatti in futuro”.

“Nei giorni scorsi, infatti, il sindaco e la Giunta hanno bocciato la èroposta di iniziativa popolare che chiedeva la realizzazione di un piano di manutenzione di strade e marciapiedi on-line, di facile accesso e comprensibile per tutte le persone – spiega Grosseto al centro -. Promossa da Grosseto al centro, la proposta di iniziativa popolare aveva visto 115 elettori grossetani recarsi a firmare in municipio nel novembre 2022, ben 16 mesi fa. Se approvata, tale proposta avrebbe consentito di raffigurare sul sito del Comune di Grosseto, attraverso calendari e mappe interattive di facile comprensione, i vari interventi sul territorio comunale per la manutenzione, la sicurezza stradale e la riqualificazione di strade e marciapiedi (inclusa la rimozione di barriere architettoniche), divisi per anno e distinti tra interventi già realizzati e quelli pianificati per il futuro. Mappe intuitive e calendari sarebbero stati corredati da schede informative indicanti le strade e le piazze interessate, le date di inizio e fine lavori, i costi e le descrizioni del tipo di intervento, oltre ai riferimenti ai relativi atti amministrativi. Tale iniziativa avrebbe aiutato la comprensione e la consapevolezza dei grossetani in merito alle attività di manutenzione di strade e marciapiedi in città e nelle frazioni, incoraggiando la collaborazione e il dialogo tra i cittadini e il Comune. Ciò perché lo strumento avrebbe favorito una migliore focalizzazione e utilità delle segnalazioni da parte dei grossetani per una più efficiente pianificazione degli interventi futuri da parte dell’amministrazione comunale”.

“Il travagliato percorso della proposta dei cittadini”

“Dopo alcuni solleciti, trascorsi 5 mesi dalla raccolta delle firme, a maggio 2023 il segretario generale del Comune, Simone Cucinotta, aveva espresso un parere decisorio in cui dichiarava inammissibile la proposta – prosegue il comunicato -. Un parere clamoroso perché in contrasto con quello del precedente segretario generale Luca Canessa, il quale aveva espresso un parere favorevole alla proposta, dando il via ai promotori alla raccolta delle firme. La decisione di inammissibilità di Cucinotta si basava su un sorprendente parere negativo relazionato dal dirigente competente, l’architetto Domenico Melone, che Cucinotta aveva preventivamente richiesto. Quanto scritto da Melone ci appare sorprendente poiché il dirigente esprime un parere negativo alla proposta dei cittadini dopo aver scritto che la stessa può essere realizzata facilmente dal Comune. E allora perché il parere negativo?”.

“Nella proposta i cittadini chiedevano che il Comune realizzasse tale piano di manutenzione di strade e marciapiedi on-line o implementandolo senza ulteriori costi nell’App Municipium oppure realizzandolo attraverso le risorse professionali interne al Comune. Nel suo parere contrario il dirigente Melone scrive che esiste uno strumento indicato allo scopo, il Sit comunale (appunto la seconda alternativa della proposta), ‘il quale possiede già tutte le dotazioni informatiche necessarie per pubblicare tali informazioni, previa usuale attività di collaborazione con gli uffici interessati per la definizione puntuale delle modalità di inserimento, pubblicazione, modifica e cancellazione dei dati da parte degli stessi’ – continua la nota -. Melone conclude la sua relazione sottolineando che ‘sarebbe possibile realizzare il tutto con tempi e costi contenuti dal punto di vista informatico e nel pieno rispetto del Regolamento del Sit comunale’. E poi, clamorosamente, dà un parere negativo alla proposta di iniziativa popolare”.

“L’associazione Grosseto al centro ha dovuto contattare la Prefettura di Grosseto e, solo dopo l’interessamento dell’Ufficio territoriale del Governo, a giugno 2023, il segretario generale Cucinotta ha rivisto il suo parere di inammissibilità, ammettendo la proposta dei cittadini all’istruttoria degli uffici. Il sindaco ha quindi trasmesso la proposta agli uffici competenti (ancora il dirigente Melone) perché svolgessero l’istruttoria (che da articolo 34 comma 16 del Regolamento degli istituti di partecipazione popolare dei cittadini deve concludersi entro uno, massimo due mesi). Di mesi ne passeranno cinque, quando a novembre 2023 il dirigente Domenico Melone firmerà un nuovo parere sulla proposta di iniziativa popolare – prosegue il comunicato -. Trasmesso al segretario generale Cucinotta (ma non ai cittadini proponenti) il nuovo parere è anch’esso negativo. In esso viene riportato ‘copia-incolla’ quanto espresso nel primo parere firmato dallo stesso dirigente otto mesi prima, a marzo 2023, ma non la conclusione, ovvero che ‘sarebbe possibile realizzare il tutto con tempi e costi contenuti dal punto di vista informatico e nel pieno rispetto del regolamento del Sit comunale”.

“A febbraio 2024 seguono il parere di regolarità tecnica firmato dal dirigente Melone, contrario e indicante una data sbagliata (il precedente parere aveva data 15 novembre e non 15 dicembre 2023) ed il parere di regolarità contabile firmato dal dirigente Nazario Festeggiato, non dovuto in quanto l’atto non ha rilevanza contabile. Infine, nel mancato rispetto dei termini regolamentari da parte dell’amministrazione comunale (secondo l’articolo 34 commi 14 e 16 del Regolamento degli istituti di partecipazione popolare dei cittadini, infatti, la proposta deve essere presa in esame dalla Giunta entro il ragionevole tempo di 4 mesi, ma dalla raccolta delle firme dei cittadini, avvenuta nel novembre 2022, di mesi ne sono passati ben 16), lo scorso 28 marzo 2024 il primo firmatario della proposta, Matteo Della Negra, viene invitato ad illustrarla al sindaco e alla Giunta – spiega Grosseto al centro -. L’incontro dura una decina di minuti e, alla presentazione dei contenuti della proposta da parte del primo firmatario, né il sindaco né gli assessori esprimono un parere sulla stessa; quindi Della Negra viene invitato dal segretario generale Cucinotta ad attendere la pubblicazione della decisione della Giunta sull’albo pretorio del Comune, pubblicazione che avverrà nei giorni successivi”.

“E nell’albo pretorio la decisione è stata pubblicata: con deliberazione di Giunta n. 102 del 28 marzo 2024 il sindaco Antonfrancesco Vivarelli Colonna e gli assessori Bruno Ceccherini, Sara Minozzi, Riccardo Megale, Angela Amante, Fabrizio Rossi, Simona Rusconi ed Erika Vanelli hanno bocciato la Proposta di iniziativa popolare per un piano di manutenzione di strade e marciapiedi on-line di facile accesso – termina la nota, usabilità e comprensione per i cittadini”.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

* Utilizzando questo form si acconsente al trattamento dati personali secondo norma vigente. Puoi consultare la nostra Privacy Policy a questo indirizzo

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ti potrebbero interessare

Le tue preferenze relative alla privacy
Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione. Cliccando su accetta si autorizzano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su rifiuta o la X si rifiutano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su personalizza è possibile selezionare quali cookie di profilazione attivare.
Attenzione: alcune funzionalità di questa pagina potrebbero essere bloccate a seguito delle tue scelte privacy