Home Attualità Lotta alla fibrosi cistica: all’ospedale Misericordia campagna per sensibilizzare i cittadini

Lotta alla fibrosi cistica: all’ospedale Misericordia campagna per sensibilizzare i cittadini

L'iniziativa è in programma mercoledì 13 dicembre, alle 9

di Redazione
0 commento 31 views

Grosseto. In occasione della campagna solidale di Natale, la Lega italiana fibrosi cistica Toscana Odv sarà presente con i suoi volontari all’ospedale Misericordia di Grosseto mercoledì 13 dicembre, a partire dalle 9, per sensibilizzare e fare divulgazione su questa importante malattia genetica.

La fibrosi cistica

La fibrosi cistica è una delle malattie genetiche gravi più diffuse. Colpisce più organi, soprattutto l’apparato respiratorio e quello digerente. E’ dovuta ad un gene alterato, cioè mutato, chiamato gene Cftr (Cystic fibrosis transmembrane regulator), che determina la produzione di muco eccessivamente denso. Questo muco chiude i bronchi e porta a infezioni respiratorie ripetute, ostruisce il pancreas e impedisce che gli enzimi pancreatici raggiungano l’intestino.

Di conseguenza i cibi non possono essere digeriti e assimilati.

Seppure il grado di coinvolgimento differisca anche notevolmente da persona a persona, a causa delle mutazioni che risultano essere più di mille, la persistenza dell’infezione e dell’infiammazione polmonare, che causa il deterioramento progressivo del tessuto polmonare, è la maggior causa di morbilità nei pazienti con fibrosi cistica.

Le manifestazioni tipiche della malattia sono: difficoltà nella digestione dei grassi, proteine, amidi; carenza di vitamine liposolubili; perdita progressiva della funzione polmonare.

La malattia non danneggia in alcun modo le capacità intellettive e non si manifesta sull’aspetto fisico, nè alla nascita, nè in seguito, nel corso della vita, per questo viene definita la malattia invisibile.

Si stima che, su ogni 2.500-3.000 dei bambini nati in Italia, uno sia affetto da fibrosi cistica (circa 200 nuovi casi all’anno) e che una persona su 28 sia portatore sano.
 La malattia colpisce indifferentemente maschi e femmine. Oggi quasi 6.000 bambini, adolescenti e adulti affetti da fibrosi cistica, vengono curati nei centri specializzati in Italia.

Grazie ai continui progressi terapeutici, assistenziali, nonché diagnostici, la prevalenza dei pazienti di fibrosi cistica in Italia, con età uguale e superiore ai 18 anni, è del 62.7% (Report at-a-glance Rifc anno 2021). La popolazione dei malati è quindi sempre più adulta. Questo ha generato la necessità di trovare un’adeguata struttura per i ricoveri, che fossero situati in ambienti diversi da quelli pediatrici, capaci anche di offrire spazi utili, o palestre per la fisioterapia, attività molto importante per il recupero della funzione respiratoria.

In questa ottica si capisce quanto risulti importante la conoscenza della malattia, e quindi la divulgazione, ai fini di una sensibilizzazione che renda meno invisibile questa importante malattia genetica.

Con un semplice gesto, un’offerta di 13,00 euro, si potrà acquistare o un panettone o un pandoro solidale e contribuire e al lavoro e all’impegno di tanti ricercatori.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

* Utilizzando questo form si acconsente al trattamento dati personali secondo norma vigente. Puoi consultare la nostra Privacy Policy a questo indirizzo

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ti potrebbero interessare

Le tue preferenze relative alla privacy
Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione. Cliccando su accetta si autorizzano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su rifiuta o la X si rifiutano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su personalizza è possibile selezionare quali cookie di profilazione attivare.
Attenzione: alcune funzionalità di questa pagina potrebbero essere bloccate a seguito delle tue scelte privacy