Home Attualità Turismo intelligente e sostenibile: Grosseto al primo posto in Europa

Turismo intelligente e sostenibile: Grosseto al primo posto in Europa

Il Comune vince l'European green pioneer of smart tourism 2024

di Redazione
0 commento 57 views

Grosseto. Il Comune di Grosseto si aggiudica l'”European green pioneer of smart tourism 2024” a Bruxelles. L’Ente aveva partecipato su impulso dell’assessorato al turismo e alla mobilità guidato da Riccardo Megale.

Si tratta di un riconoscimento pensato dalla Commissione europea per promuovere il turismo intelligente e sostenibile. Il premio decreta le destinazioni più piccole che hanno implementato strategie di successo per promuovere il turismo sostenibile attraverso pratiche di transizione verde. Attualmente, il progetto è finanziato nell’ambito del programma Cosme dopo l’azione preparatoria proposta dal Parlamento europeo.

Erano quattro le località finaliste del concorso 2024, tra queste Grevena (Grecia); Grosseto (Italia); il geoparco mondiale Unesco Karawanken-Karavanke (tra Austria e Slovenia) e Valongo (Portogallo).

“Siamo – commentano il sindaco Antonfrancesco Vivarelli Colonna e l’assessore al turismo e alla mobilità Riccardo Megaleorgogliosi di questo riconoscimento. È un premio alla bontà del lavoro svolto dalla nostra amministratore. Grosseto primeggia dimostrando di possedere un’offerta di mobilità turistica di alto livello e di aver adottato ottime strategie per la transizione verde. Questo incide non solo nell’attrattività che il nostro territorio vanta nei confronti dei vacanzieri, ma anche sulla qualità della vita dei residenti”.

Un riconoscimento che rende merito alla città per il lavoro fatto in tutti questi anni. Anche l’assessore regionale ad economia e turismo Leonardo Marras si unisce al coro di soddisfazione per l’assegnazione a Grosseto del riconoscimento della Commissione europea ‘Green Pioneer of Smart Tourism’ 2024, che premia i risultati ottenuti dalle città europee nel turismo intelligente e sostenibile.

“Faccio al Comune di Grosseto le mie congratulazioni per l’assegnazione di questo importante riconoscimento – dichiara Marras -. La Maremma in generale sta portando avanti ormai da molto tempo politiche improntate alla sostenibilità in tutti i settori. Sul versante turistico questo sta accadendo in tutti gli Ambiti con un impegno che ci vede coinvolti e che sta dando risultati. Continueremo a stimolare tutti i Comuni toscani ad operare su questa strada, per assecondare la predisposizione naturale di una regione verso questa modalità di fruizione da parte dei viaggiatori”.

Il plauso della Lega

“Desidero esprimere le mie più vive felicitazioni al Comune di Grosseto per l’ambito riconoscimento conquistato a livello internazionale – afferma Massimiliano Baldini, commissario provinciale della Lega -. Il ‘Green Pioneer of Smart Tourism’ premia i risultati ottenuti dalle città europee riguardo al turismo sostenibile e la località grossetana si è particolarmente distinta, tale da poter essere presa come modello per altre realtà. L’amministrazione comunale grossetana si è, quindi, brillantemente imposta in questo importante contesto, meritandosi il significativo premio europeo; un motivo d’orgoglio per tutti i grossetani”.

“Vogliamo esprimere le nostre più vive felicitazioni al Comune di Grosseto per l’importante riconoscimento conquistato a livello europeo – affermano i consiglieri regionali della Lega -. Il ‘Green Pioneer of Smart Tourism’ premia i risultati ottenuti dalle città d’Europa nell’ambito del turismo sostenibile. L’amministrazione comunale grossetana è da tempo molto attenta a questa tematica e quindi il premio è più che meritato e deve essere motivo d’orgoglio per tutti i cittadini di Grosseto”.

Il plauso di Rita Bernardini

“Come consigliere comunale e come ‘figlia del turismo’, esprimo il mio entusiasmo per il successo raggiunto come fiore all’occhiello per la nostra città – dichiara Rita Bernardini, consigliere comunale del gruppo misto di minoranza -. Una testimonianza di quanto Grosseto stia lavorando bene in termine di promozione del brand Maremma. Un brand rivolto ad un pubblico molto attento ed esigente. Questo premio non solo mi inorgoglisce, ma consente anche di avere nuovi spunti di mercato per orientare l’offerta turistica. Dal 1996 al 2004 ho lavorato in un tour operator specializzato in incoming in Toscana e già allora si parlava di ‘turismo sostenibile’. Molti operatori stranieri erano già all’epoca specializzati in viaggi che puntavano a far conoscere il nostro territorio viaggiando esclusivamente in bicicletta. Oggi, in cui le necessità climatiche sono cambiate ed è cambiato modo di fare turismo, viaggiare in maniera sostenibile non è più una possibilità come lo era prima, ma una necessità, difatti, il turismo sostenibile guarda al futuro con un insieme di pratiche e scelte che non danneggiano l’ambiente ma favoriscono uno sviluppo economico, non danneggiando i processi sociali locali, ma contribuendo al miglioramento della qualità della vita dei residenti”.

“L’European Green Pioneer non è soltanto un riconoscimento che premia le meraviglie del nostro territorio, ma anche una valorizzazione della promozione turistica. L’European Green Pioneer ev’essere anche uno stimolo, un incentivo a proseguire su questa strada e a dare sempre il meglio, insieme, perché il nostro territorio è di tutti e deve abbracciare tutta la politica locale, uno stimolo per conseguire obiettivi ancora più ambiziosi e dimostrare quanto è splendida la nostra terra. Possiamo vantare di posti ancora incontaminati, come il Parco della Maremma, la nostra terra con la sua campagna, dove agri ristori ed agriturismi possono far conoscere la produzione dei prodotti tipici locali e far conoscere la nostra agricoltura. Il nostro territorio pianeggiante permette veramente di poter sfruttare tutte le nostre risorse – termina Bernardini. Non da meno la progettualità riguardo anche le piste ciclabili, che negli anni sono state sviluppate e che non devono essere abbandonate; anzi, bisogna continuare ad investirci. Non dimentichiamoci, non da meno che dietro al turismo sostenibile ci sono e ci saranno anche nuove opportunità di lavoro ad esso correlate, come esempio le nuove figure professionali che stanno nascendo nel settore: guida ambientale escursionistica, animatore ambientale e promoter ecoturistico”.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

* Utilizzando questo form si acconsente al trattamento dati personali secondo norma vigente. Puoi consultare la nostra Privacy Policy a questo indirizzo

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ti potrebbero interessare

Le tue preferenze relative alla privacy
Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione. Cliccando su accetta si autorizzano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su rifiuta o la X si rifiutano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su personalizza è possibile selezionare quali cookie di profilazione attivare.
Attenzione: alcune funzionalità di questa pagina potrebbero essere bloccate a seguito delle tue scelte privacy