Home GrossetoAttualità Grosseto Qualità dell’abitare, il Comune presenta il progetto: “Grosseto cambierà volto”

Qualità dell’abitare, il Comune presenta il progetto: “Grosseto cambierà volto”

di Roberto Lottini
0 commento 28 views

È uscita la lista delle proposte finanziate nell’ambito del Pinqua – Programma innovativo per la qualità dell’abitare da parte del Ministero delle infrastrutture e la mobilità sostenibile.

Obiettivo finale: la maxi riqualificazione che cambierà il volto del centro storico, del compendio di via Saffi e l’area di via De’ Barberi.

Dopo il contributo di 10 milioni del bando Periferie, con cui abbiamo riqualificato la frazione di Roselle e realizzato piste ciclabili, adesso abbiamo ottenuto un finanziamento di 15 milioni nell’ambito del PINQuA – Programma innovativo per la qualità dell’abitare, da parte del Ministero delle infrastrutture e della mobilità sostenibili. In pochi mesi abbiamo costituito un gruppo di lavoro coordinato dall’assessore all’urbanistica Fabrizio Rossi – spiega il sindaco Antonfrancesco Vivarelli Colonna -. Il nostro impegno è stato massimo, anche se è durato pochi mesi. Erano stati presentati 271 progetto in tutta Italia e Grosseto è una delle dodici città, insieme alle grandi realtà del Paese come Roma, Milano, Bologna e Firenze, che ha ottenuto una menzione speciale di merito dal Ministro Enrico Giovannini. Questo risultato è merito della nostra amministrazione, è merito del Governo e della collaborazione che si è instaurata con il Terzo Settore. Nella nostra città arriveranno 15 milioni e si creerà una partnership tra pubblico e privato, che consentirà investimento per 53 milioni di euro. Faremo interventi di riqualificazione sull’ufficio Anagrafe, sul carcere di via Saffi, che sarà trasferito nell’ex caserma Barbetti, e realizzeremo una green way in via de’ Barberi. Ringrazio l’intera giunta, il gruppo di lavoro intersettoriale interno al municipio, coordinato dal segretario generale, Luca Canessa, l’architetto Luigi Pingitore, project manager per Epsus-Musa srl, azienda esperta in progetti relativi alla riqualificazione urbana, e il professor Terpolilli dello studio Ipostudio Architetti”.

“I finanziamenti ottenuti rappresentato una grande soddisfazione per la nostra amministrazione comunale – sottolinea l’assessore all’urbanistica Fabrizio Rossi -. C’è stato un grande lavoro sinergico, che permetterà di realizzare interventi di riqualificazione urbana che ci consentiranno di costruire una città più verde e più vivibile, soprattutto nel centro storico”.

Sono 4 i temi progettuali su cui si concentrerà l’esteso ambito di intervento. Partendo dal centro storico, la riqualificazione punterà a dare nuova centralità al bastione Fortezza tramite un progetto che darà accessibilità al monumento e un nuovo sistema di allestimento sul Cassero per creare uno spazio in grado di ospitare eventi in ogni periodo dell’anno. Si interverrà anche sul bastione Cavallerizza, che potrà essere così ulteriormente valorizzato rispetto agli investimenti già attivati dall’amministrazione.

Nuova vita anche per il compendio immobiliare comunale di via Saffi, con un intervento riqualificativo che ne rivoluzionerà i locali per creare un edificio moderno e multifunzionale che ospiterà venti appartamenti adatti alle famiglie con spazi comuni integrati e alcuni uffici pubblici.

Altro oggetto di riqualificazione sarà piazza della Palma, che avrà una nuova identità e centralità con una nuova pavimentazione, mantenendo e riqualificando l’area verde centrale.

Importanza strategica assumerà via De’ Barberi, che diventerà la nuova green way cittadina, un trade union tra la periferia e il centro, con interventi di traffic calming per migliorare la viabilità del quartiere a servizio dell’area riqualificata del Peep lì presente che andrà ad ospitare edifici di social housing e nuovi spazi per servizi pubblici.

“E’ stata un’impresa riuscire a realizzare in pochi mesi una progettualità che ci ha permesso di ottenere questi finanziamenti – ammette il segretario generale del Comune, Luca Canessa. Si porta a casa un simile risultato solamente se un Comune si fa trovare pronto. I 15 milioni andranno spesi entro il 31 dicembre 2026 e vanno impiegati per migliorare la qualità dell’abitare. Questi contributi consentiranno di innescare una serie di altri investimenti. Almeno due imprese acquisteranno due lotti in via de’ Barberi e realizzeranno 174 alloggi di edilizia convenzionata. Ci sarà un miglioramento della qualità della vita in questa zona e in centro. Inoltre, sarà realizzato un collegamento verde tra via de’ Barberi e le Mura“.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

* Utilizzando questo form si acconsente al trattamento dati personali secondo norma vigente. Puoi consultare la nostra Privacy Policy a questo indirizzo

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ti potrebbero interessare

Le tue preferenze relative alla privacy
Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione. Cliccando su accetta si autorizzano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su rifiuta o la X si rifiutano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su personalizza è possibile selezionare quali cookie di profilazione attivare.
Attenzione: alcune funzionalità di questa pagina potrebbero essere bloccate a seguito delle tue scelte privacy