Home GrossetoAttualità Grosseto Sostegno alla dama e lotta alla ludopatia: Ascom premiata dal Coni a Firenze

Sostegno alla dama e lotta alla ludopatia: Ascom premiata dal Coni a Firenze

di Redazione
0 commento 1 views

Giornata di premiazioni speciali nella sala del Consiglio della sede del Coni a Firenze.

Stefano Tacconi, presidente delle Dsa (Discipline associate sportive) ha riunito con grande piacere sportivi, tecnici, dirigenti e addetti ai lavori, per insignire quei movimenti, non sempre sotto la luce dei riflettori e considerati minori, che sono però la forza trainante dello sport, anche a livello sociale.

«Le Dsa attive in Toscana – ha sottolineato il presidente Tacconisono 15 (su 19 riconosciute dal Coni) per un totale di tesserati circa 30 mila atleti tesserati, un enorme movimento sportivo. Nonostante tutto, i numeri e le molteplici attività di questi Enti federativi hanno pochissima notorietà e visibilità e per sopperire a questo stiamo lavorando insieme al Coni e alle Dsa nella ricerca di un progetto sulla loro promozione, che sia funzionale a tutti. Ecco perché i nostri riconoscimenti sono andati a coloro che hanno contribuito fortemente alla promozione della propria disciplina».

Ad essere premiata per Grosseto è stata la presidente provinciale di Ascom Confcommercio, Carla Palmieri, “per il sostegno e il supporto all’organizzazione delle finali dei giochi studenteschi della dama che si sono tenuti a maggio a Grosseto nel 2017 alla Fattoria La Principina, del campionato italiano di dama internazionale svoltosi ad ottobre 2017 presso la struttura Resort Pian dei Mucini a Massa Marittima, e per il progetto iniziato con le scuole cittadine, sia per la divulgazione del gioco della dama che per aiutare a combattere le persone malate di gioco d’azzardo“.

Sempre per la dama, un riconoscimento è andato anche a Giuliana Tenucci, responsabile regionale (organizzatrice dei giochi studenteschi a Grosseto).

Premi speciali poi sono stati assegnati a Matteo Bernini, consigliere del circolo Piccioli di Livorno, per l’attività svolta nelle scuole con il progetto “gioco scaccia gioco” volto non solo a diffondere il gioco della dama fra i più giovani, ma anche a combattere le ludopatie derivanti dal gioco d’azzardo, ed a Marco Capaccioli, campione italiano di categoria di Dama internazionale 2017.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

* Utilizzando questo form si acconsente al trattamento dati personali secondo norma vigente. Puoi consultare la nostra Privacy Policy a questo indirizzo

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ti potrebbero interessare

Le tue preferenze relative alla privacy
Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione. Cliccando su accetta si autorizzano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su rifiuta o la X si rifiutano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su personalizza è possibile selezionare quali cookie di profilazione attivare.
Attenzione: alcune funzionalità di questa pagina potrebbero essere bloccate a seguito delle tue scelte privacy