Home GrossetoAttualità Grosseto Grosseto: inaugurato “Social power”, lo sportello dedicato al mondo del volontariato

Grosseto: inaugurato “Social power”, lo sportello dedicato al mondo del volontariato

di Roberto Lottini
0 commento 6 views

Grandi - Cetoloni - Colmegna - BaccettiE’ stato inaugurato oggi pomeriggio, in piazzetta San Michele a Grosseto, “Social power”, il primo sportello che permette di incrociare domanda e offerta di volontariato. Se il metodo di favorire l’incontro fra domanda e offerta finora si è concentrato prevalentemente nell’ambito delle politiche attive sul lavoro, con l’obiettivo di far nascere nuova e buona occupazione, per la prima volta un percorso analogo è volto a soddisfare la richiesta di volontariato.

A tenere a “battesimo” l’iniziativa sono stati il vescovo di Grosseto, Monsignor Rodolfo Cetoloni, e don Virginio Colmegna, sacerdote della diocesi di Milano, punto di riferimento a livello nazionale per l’impegno nel campo socio-caritativo.

L’iniziativa è stata ideata dall’associazione Madre Teresa, la rete di coordinamento del volontariato attivo nelle parrocchie ed in altri enti ecclesiastici della diocesi di Grosseto.

Il progetto, finanziato dal Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali, è orientato a rafforzare la dimensione del volontariato come impegno civile.

“L’idea da cui è scaturito ‘Social power’ è nata da uno scambio di battute che ho avuto con alcuni amici sull’organizzazione di un’azienda – spiega Alessandro Baccetti, presidente dell’associazione Madre Teresa -. La nostra conversazione mi ha fatto riflettere e ho pensato alla possibilità di esportare il modello di business delle agenzie interinali nel mondo del volontariato. Questo sportello si propone l’obiettivo di stimolare ed incentivare il volontariato d’impresa, facendo incontrare la domanda e l’offerta in questo settore della società”.

Si tratta di un progetto innovativo nel territorio grossetano” chiosa Luca Grandi, vicepresidente dell’associazione Madre Teresa.

Questa iniziativa fa tesoro di esperienze simili nate in altri territori e simboleggia il coraggio di inventare qualcosa di utile, oltre a manifestare l’umiltà di imparare un progetto di grande significato analizzando altre situazioni analoghe – dichiara Monsignor Rodolfo Cetoloni -. Per Grosseto, lo sportello rappresenta uno strumento importante perché il problema del lavoro è particolarmente urgente”.

“Lo sportello fa parte di un progetto impegnativo e rischioso, che è frutto di una profonda riflessione – afferma don Virginio Colmegna -. Al giorno d’oggi ‘volontariato’ è una parola abusata, di cui non si comprende fino in fondo il vero significato, che è quello di essere una grande palestra di formazione, innovazione e creatività. Nel volontariato non va considerata soltanto la dimensione di aiuto verso gli altri, ma va sviluppato anche il concetto di gratuità per garantire uno sviluppo comune. In questo ambito della vita sociale si condivide qualcosa con gli altri, si offre il proprio tempo e, allo stesso tempo, si impara nella consapevolezza di dare il proprio supporto alle persone”.

“Questo sportello permette alla gratuità di diventare una vera e propria economia ed alla base di questo progetto ci deve essere sempre un profondo accompagnamento culturale – conclude don Virginio -. Inoltre, il volontariato deve essere esigente con chi lo riceve per non scadere nell’assistenzialismo e nella passività e deve rappresentare una scelta nata dal cuore, altrimenti diventa un semplice mestiere”.

Nella foto in alto, da sinistra verso destra: Luca Grandi, il vescovo Rodolfo Cetoloni, don Virginio Colmegna ed Alessandro Baccetti

Inaugurazione social power

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

* Utilizzando questo form si acconsente al trattamento dati personali secondo norma vigente. Puoi consultare la nostra Privacy Policy a questo indirizzo

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ti potrebbero interessare

Le tue preferenze relative alla privacy
Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione. Cliccando su accetta si autorizzano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su rifiuta o la X si rifiutano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su personalizza è possibile selezionare quali cookie di profilazione attivare.
Attenzione: alcune funzionalità di questa pagina potrebbero essere bloccate a seguito delle tue scelte privacy