Home GrossetoAttualità Grosseto Commemorate a Grosseto le vittime dell’attentato alle Torri gemelle

Commemorate a Grosseto le vittime dell’attentato alle Torri gemelle

di Roberto Lottini
0 commento 5 views

Si è svolta oggi a Grosseto una cerimonia per commemorare i tragici eventi dell’11 settembre, che hanno segnato profondamente la storia degli ultimi anni.

L’iniziativa in ricordo delle circa 3000 vittime dell’attentato alle Torri gemelle ha avuto luogo presso i giardini compresi tra via Repubblica di San Marino, via Germania e viale Stati Uniti, alla presenza del Sindaco, Emilio Bonifazi; del Presidente del Consiglio Comunale, Paolo Lecci; del Prefetto, Marco Valentini; del Presidente del Consiglio Provinciale, Sergio Martini e di tutte le autorità civili e militari.

Nell’occasione, i butteri del Marruchetone, che hanno sfilato insieme all’”Associazione nazionale butteri”, hanno voluto consegnare una targa ai Vigili del Fuoco, che si sono recentemente distinti in alcune importanti operazioni relative all’incendio della pineta di Marina di Grosseto.

Nell’ambito dell’iniziativa si è tenuta inoltre la benedizione, da parte di don Franco Cencioni, dei due cipressi che simboleggiano le due torri e le vittime dell’11 settembre.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

* Utilizzando questo form si acconsente al trattamento dati personali secondo norma vigente. Puoi consultare la nostra Privacy Policy a questo indirizzo

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ti potrebbero interessare

Le tue preferenze relative alla privacy
Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione. Cliccando su accetta si autorizzano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su rifiuta o la X si rifiutano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su personalizza è possibile selezionare quali cookie di profilazione attivare. Puoi consultare la nostra Cookie Policy a questo indirizzo.
Attenzione: alcune funzionalità di questa pagina potrebbero essere bloccate a seguito delle tue scelte privacy