Home GrossetoAmbiente Grosseto Turismo e Parco della Maremma, trend in crescita del 15%: “Toccata quota 300mila visite”

Turismo e Parco della Maremma, trend in crescita del 15%: “Toccata quota 300mila visite”

di Redazione
0 commento 2 views

Sono stati presentati oggi dalla presidente Lucia Venturi e dal direttore Enrico Giunta, nel corso di una conferenza stampa nell’Aula delle Colonne del Polo universitario di Grosseto, i risultati della stagione turistica appena terminata al Parco della Maremma, che si conferma un elemento attrattore per tutto il territorio.

Ottimi i risultati dell’ultimo anno che, dal primo giugno al quindici ottobre, fanno registrare un incremento del 15% dei visitatori su tutti gli itinerari di visita. L’apertura dei nuovi itinerari ciclabili e del ponte sull’Ombrone hanno dato un impulso molto positivo, facendo registrare numeri importanti di turisti in bicicletta per la spiaggia del Parco, così come la nuova organizzazione delle visite e le iniziative nel periodo estivo hanno confermato i risultati attesi con ricadute molto positive sulle attività ricettive e sull’indotto in generale sia nell’area protetta sia nell’area contigua.

Si è concluso inoltre l’iter per la Carta europea del turismo sostenibile, che ha visto coinvolti nel processo partecipativo residenti, istituzioni ed operatori turistici.  Il 2 dicembre a Bruxelles ci sarà, infatti, la cerimonia ufficiale per il conferimento di questa importante certificazione, che porterà ulteriori miglioramenti dell’offerta di turismo sostenibile.

Nuovi itinerari e nuova modalità di fruizione

Lo spostamento della partenza degli itinerari lungo la strada di Marina di Alberese ha consentito di liberare la strada degli Olivi e di raggiungere la spiaggia di Colle Lungo in bicicletta; la nuova cartellonistica ha inoltre permesso una maggiore flessibilità di fruizione degli itinerari e una maggiore possibilità di effettuarli in bicicletta; il nuovo punto di partenza dalla Cisterna romana per i percorsi di Talamone ha rivitalizzato anche itinerari meno frequentati; l’utilizzo delle guide lungo gli itinerari ha permesso di aprire anche durante la stagione estiva itinerari per la fruizione autonoma, come il percorso ciclabile della Pinastrellaia che collega Marina di Alberese con Colle Lungo; le escursioni giornaliere organizzate su tutte le modalità di fruizione nel tardo pomeriggio ed in notturna hanno offerto la possibilità di visitare il Parco anche a fronte del caldo intenso registrato nel periodo.

Iniziative estive promosse dal Parco

Molte le iniziative estive svolte nel Parco (mostre, presentazioni di libri, visite tematiche, soggiorni estivi per bambini), che hanno visto la partecipazione di centinaia di visitatori.

Mobilità sostenibile

E’ stato ampliato il periodo e le corse da Alberese e Rispescia per Marina di Alberese per permettere ai visitatori di usufruire del mezzo pubblico per andare al mare con un biglietto unico giornaliero e per raggiungere l’ingresso della gran parte degli itinerari; nel 2019 la linea di trasporto pubblico locale è rimasta attiva dal 6 aprile al 20 ottobre offrendo un servizio sia ai turisti sia alle popolazioni locali.

L’apertura del ponte sull’Ombrone e la risistemazione del collegamento tra questo e la pista ciclabile per Marina di Alberese, ha visto un grande numero di passaggi registrati attraverso un sistema di contabiciclette installato alla sbarra di Vaccareccia: dal primo agosto al 21 ottobre sono 18.226 i transiti in entrata e 23.806 quelli in uscita che registrano anche le biciclette provenienti da Colle Lungo. Presto sarà realizzato anche  il tratto tra Alberese e Talamone nell’ambito del progetto Ciclopista Tirrenica.

I risultati

C’è stata una evoluzione del trend degli ingressi al Parco tra il 2018 e il 2019 (periodo ricompreso tra il primo giugno e il 15 ottobre) con un aumento di circa il 15% dei visitatori, con 29.767 presenze sugli itinerari. In particolare si è registrato un aumento della modalità di visita in bicicletta (+ 78,5% con 7.626 ingressi a pagamento) che hanno influito in maniera significativa sul totale. A questi dati vanno sommati quelli riferiti agli accessi alle spiagge di Marina di Alberese, Principina e gli ospiti delle residenze di Cala di Forno. Per Marina di Alberese i dati delle soste auto al parcheggio sono stati pari a 51.891 nel periodo 6 aprile – 20 ottobre, in cui era in funzione la sbarra; mentre, nello stesso periodo, sono stati pari a 32.996 i biglietti emessi per il servizio autobus.

Se si considerano quindi i circa 30.000 visitatori sui diversi itinerari, i visitatori che hanno sostato nel parcheggio di Marina di Alberese (circa 105.000 assumendo il dato medio di 2 persone per auto), una simile affluenza per la spiaggia di Principina a Mare in cui la sosta è libera, i 33.000 biglietti autobus oltre alle 23.800 bici per raggiungere le spiagge con la pista ciclabile, appare assolutamente verosimile una stima delle presenze complessive nell’intero territorio del Parco pari ad almeno 300.000 persone solo nel corso della stagione estiva 2019. Una conferma che il Parco della Maremma, oltre ad essere una destinazione turistica significativa di per sé, ha un effetto attrattore su tutto il territorio.

Utpm

Sono cresciute le presenze dei partecipanti alla gara podistica che si è svolta nell’area protetta nell’ultimo fine settimana di settembre (660 partecipanti alle varie tipologie di gara) con una ricaduta positiva sulle strutture turistiche presenti sia in area parco, sia in area contigua che hanno ospitato gli atleti e gli accompagnatori, facendo registrare un sold out di fine stagione per le strutture ricettive del territorio interessate all’evento.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

* Utilizzando questo form si acconsente al trattamento dati personali secondo norma vigente. Puoi consultare la nostra Privacy Policy a questo indirizzo

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ti potrebbero interessare

Le tue preferenze relative alla privacy
Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione. Cliccando su accetta si autorizzano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su rifiuta o la X si rifiutano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su personalizza è possibile selezionare quali cookie di profilazione attivare.
Attenzione: alcune funzionalità di questa pagina potrebbero essere bloccate a seguito delle tue scelte privacy