Home GrossetoAmbiente Grosseto Le domeniche fuori porta: ecco gli itinerari di febbraio in compagnia di Confguide

Le domeniche fuori porta: ecco gli itinerari di febbraio in compagnia di Confguide

di Redazione
0 commento 8 views

Il 2019 inizia con nuove proposte di itinerari, in anticipo sulla stagione primaverile: sono infatti molte le richieste per scoprire insieme alle guide turistiche ed ambientali di ConfGuide Confcommercio Grosseto gli scrigni di bellezza artistica e paesaggistica che la Maremma custodisce.

Ecco gli appuntamenti di febbraio:

Domenica 17: “Tra il verde ed il blu”

Trekking di circa 12 chilometri che si snoda nei meravigliosi boschi alle spalle di Castiglione della Pescaia, dedicato al colore verde, al suo significato, alla simbologia e alle sue benefiche proprietà. Le essenze della macchia mediterranea e panorami mozzafiato accompagneranno i partecipanti lungo un sentiero che illustra la bellezza del nostro territorio, eterna dispensatrice di benessere. Non solo un trekking, quindi, ma un vero e proprio bagno nel bosco che dispensa i suoi preziosi benefici, con lo sguardo che spazia dal Monte Amiata fino all’azzurro del mare.

Tempo di percorrenza circa 5 ore, appuntamento alle 10 di fronte al Bar Ciro, in piazza Gramsci a Castiglione della Pescaia; indispensabili abbigliamento comodo e scarpe da trekking. Costo 7 euro a persona, difficoltà del percorso: media. Adatto ai bambini sopra gli 8 anni.

Guida: Rosita Di Marte; prenotazione obbligatoria al numero 389.7970938.

Domenica 24, Paganico: un raro caso di un castello di pianura

Il borgo medievale di Paganico, situato lungo la pianura dell’Ombrone e su un importante nodo stradale che collegava Siena a Roselle e a Grosseto, è uno dei casi più interessanti di “terre murate” in Toscana e raro esempio di castello istituito ex novo dalla Repubblica di Siena in Maremma. L’edificazione del “borgo franco” risale alla fine XIII secolo quando Siena, che in quegli anni stava cercando di garantirsi uno sbocco al mare, lo cinse di possenti mura a pianta rettangolare, lo dotò di quattro porte, di un impianto urbanistico ortogonale e lo esentò da oneri e imposizioni fiscali, facendone il più importante avamposto fortificato lungo i confini meridionali della Repubblica. Visitando le mura, le porte, il Palazzo pretorio, l’edificio dell’ex ospedale e il Cassero i partecipanti scopriranno la storia dell’antico castello, mentre la visita della chiesa di San Michele Arcangelo permetterà di conoscere gli affreschi poetici di Biagio di Goro Ghezzi, che costituiscono il più importante ciclo di affreschi della Maremma sia per qualità artistica che per innovazione iconografica.

Costo 7 euro a persona; appuntamento alle 15 davanti alla Chiesa di San Michele Arcangelo, in piazza della Vittoria 14 a Paganico. Guida: Anna Bardelli; prenotazione obbligatoria al 349.6116276.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

* Utilizzando questo form si acconsente al trattamento dati personali secondo norma vigente. Puoi consultare la nostra Privacy Policy a questo indirizzo

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ti potrebbero interessare

Le tue preferenze relative alla privacy
Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione. Cliccando su accetta si autorizzano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su rifiuta o la X si rifiutano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su personalizza è possibile selezionare quali cookie di profilazione attivare.
Attenzione: alcune funzionalità di questa pagina potrebbero essere bloccate a seguito delle tue scelte privacy