Home GrossetoAgricoltura Grosseto Progetto “Solio”: un convegno per illustrare i risultati finali

Progetto “Solio”: un convegno per illustrare i risultati finali

L'ultimo appuntamento sul percorso riservato alle cooperative olivicole amiatine svelerà i risultati di studi ed analisi

di Redazione
0 commento 52 views

Amiata (Grosseto). Cominciato due anni fa, il progetto “Solio” è arrivato alle sue battute finali. Dopo un lungo periodo di studio e di analisi sui territori e sulle piante degli oliveti amiatini, è ora tempo di presentare i risultati di questo importante lavoro. Per questo, mercoledì 6 dicembre, a Seggiano, al frantoio della cooperativa “La Seggianese”, si terrà il convegno conclusivo del progetto.

Questo percorso ha coinvolto, oltre a “La Seggianese”, anche la Colline amiatine, oltre che ad aver avuto il sostengo del Cnr (Consiglio nazionale delle ricerche) Ibe (Istituto per la BioEconomia) e il Dipartimento di Chimica e Chimica industriale (Dcci) dell’Università di Pisa, tutti coordinati dal dottor Giovanni Alessandri dello studio Agricis. Il progetto è nato grazie al finanziamento di Regione Toscana tramite il progetto Defr 2020.

Il progetto

L’obiettivo del progetto è sempre stato quello di innalzare la qualità complessiva degli oli prodotti all’interno dei frantoi cooperativi e quindi aumentarne potenzialmente il prezzo di vendita e di conseguenza la remunerazione per i soci. Per questo sono state seguite tutta una serie di procedure e studi, portati avanti anche in questa ultima campagna di raccolta e frangitura. Dai campionamenti ai controlli delle olive, dai monitoraggi alle analisi dei frutti e dell’olio ottenuto, tutto è stato studiato e registrato.

“È stato un progetto lungo ed interessante, con grandi ricadute sulle nostre realtà e sul territorio – dichiarano Marta Gigliotti e Simone Governi, rispettivamente presidenti de La Seggianese e delle Colline amiatine -. Grazie alla collaborazione tra le nostre due cooperative e al sostegno degli esperti, abbiamo raggiunto il nostro obiettivo: dare più valore a quello che facciamo e all’olio di questa terra”.

Il programma del convegno

L’appuntamento prevede una mattinata ricca di interventi: i saluti di rito e l’accoglienza apriranno la discussione alle 9.30, seguiranno gli interventi del dottor Giovanni Alessandri, coordinatore del progetto; dei rappresentanti dell’Università di Pisa, della società Aedit S.r.l. e del Cnr – Ibe di Follonica con il dottor Claudio Cantini, responsabile scientifico del progetto. Chiuderà il convegno il dottor Claudio Galli, funzionario della Regione Toscana.

Prima della fine del seminario ci sarà tempo per domande ed interventi da parte dei partecipanti. Conclusa la presentazione, l’evento proseguirà con una visita all’oleificio de La Seggianese e con un assaggio del primissimo olio nuovo della stagione.

Il seminario, per altro, darà la possibilità ai partecipanti iscritti all’Ordine dei Dottori agronomi e Dottori forestali di vedersi riconosciuti i crediti formativi professionali, previa iscrizione al portale Sidaf.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

* Utilizzando questo form si acconsente al trattamento dati personali secondo norma vigente. Puoi consultare la nostra Privacy Policy a questo indirizzo

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ti potrebbero interessare

Le tue preferenze relative alla privacy
Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione. Cliccando su accetta si autorizzano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su rifiuta o la X si rifiutano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su personalizza è possibile selezionare quali cookie di profilazione attivare.
Attenzione: alcune funzionalità di questa pagina potrebbero essere bloccate a seguito delle tue scelte privacy