Home Agricoltura Lupo, Coldiretti: “Bene tavolo predazioni in Prefettura con Regione e Ispra”

Lupo, Coldiretti: “Bene tavolo predazioni in Prefettura con Regione e Ispra”

Illustrate le proposte degli allevatori

di Redazione
0 commento 63 views

Grosseto. “Per la prima volta sull’emergenza predazioni notiamo un atteggiamento di apertura nei confronti di una problematica che oggi è avvertita largamente a tutti i livelli. Abbiamo avuto modo di esporre le nostre proposte e soprattutto di avere un confronto franco e disponibile sulle possibili soluzioni e sugli strumenti che potrebbero essere messi in campo per salvare la nostra pastorizia e garantire ristori adeguati alle imprese.

Da qui a risolvere l’emergenza nel suo complesso c’è ancora molta strada da fare, ma è stato messo finalmente un punto di partenza e si è aperta una discussione che fino a poco tempo fa non era scontata sul tema soprattutto dei risarcimenti dei danni indiretti. Teniamo alta l’attenzione e proseguiamo nel pressing nei confronti delle istituzioni poichè questa partita si gioca su più tavoli e su livelli diversi”: è il commento del presidente di Coldiretti Grosseto, Simone Castelli, al termine del tavolo sulle predazioni che si è tenuto in Prefettura, a cui hanno partecipato dirigenti e funzionati della Regione Toscana e dell’Ispra, la Polizia provinciale, il Corpo forestale dello Stato, la Guardia di Finanza e la Provincia di Grosseto. Il presidente di Coldiretti, Castelli ha partecipato al tavolo insieme al direttore provinciale, Milena Sanna.

Le proposte

Sul tavolo della Prefettura Coldiretti Grosseto aveva fatto pervenire alla vigilia dell’incontro un pacchetto di proposte: interventi mirati di contenimento nelle zone a maggiore intensità predatoria di lupi ed ibridi, più risorse per consentire di risarcire, oltre al danno diretto per l’uccisione, il danno indiretto causato dalla perdita di latte e dagli aborti, meno burocrazia e revisione di alcuni vincoli in merito alle recinzioni anti-predazioni.

Per quanto riguarda il contenimento della popolazione di lupi ed ibridi, Coldiretti Grosseto preme sull’opzione deroghe. “In determinati contesti deve essere valutata la possibilità di procedere al contenimento. Riteniamo che in Maremma ci siano le condizioni – conclude il presidente di Coldiretti Grosseto, Simone Castelli –. La nostra provincia, e la nostra regione, possono diventare un case history a livello nazionale per affrontare l’emergenza”.

Il tavolo resterà aperto e sarà convocato tra un paio di mesi. Coldiretti Grosseto ringrazia il Prefetto di Grosseto, Paola Berardino, per la disponibilità e la volontà di far sedere, allo stesso tavolo, tutti gli attori.

Per informazioni: https://grosseto.coldiretti.it/, pagina ufficiale Facebook @cdGrosseto, Instagram @Coldiretti_Toscana, Twitter @coldirettitosca, YouTube “Coldiretti Toscana” e Telegram “coldirettitoscana”

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

* Utilizzando questo form si acconsente al trattamento dati personali secondo norma vigente. Puoi consultare la nostra Privacy Policy a questo indirizzo

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ti potrebbero interessare

Le tue preferenze relative alla privacy
Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione. Cliccando su accetta si autorizzano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su rifiuta o la X si rifiutano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su personalizza è possibile selezionare quali cookie di profilazione attivare.
Attenzione: alcune funzionalità di questa pagina potrebbero essere bloccate a seguito delle tue scelte privacy