Pubblicato il: 20 Agosto 2019 alle 12:05

CinemaGrosseto

“Grosseto in corto”: alla Cava di Roselle il cinema made in Maremma

Sarà una settimana all'insegna del cinema, quella che si apre mercoledì 21 agosto alla Cava di Roselle

Sarà una settimana all’insegna del cinema, quella che si apre mercoledì 21 agosto alla Cava di Roselle.

Alle 21.30, infatti, avrà inizio la rassegna “Grosseto in corto“, dedicata al cinema e ai professionisti maremmani del settore: l’idea è quella di dare spazio e visibilità ai lavori realizzati nel Grossetano, sia da esperti che da scuole, e mettere a confronto le diverse esperienze sulla possibilità di fare cinema anche in provincia. Alla serata, infatti, saranno presenti tutti gli autori. I cortometraggi proiettati domani sera sono quelli di autori grossetani candidati all’ultima edizione del Clorofilla Film Festival.

Da “Oma” di Luca Deravignone a “Tutti i nostri ieri” di Lorenzo Santoni, da “Discorso sopra i massimi sistemi della produzione cinematografica” di Pietro Angelini a “#smarphone” di Antonella Santarelli, passando per “Il segreto della Dea” di Lorenzo Antonioni e due progetti di altrettanti istituti scolastici grossetani: “Incontrare e narrare: io sono te“, a cura degli studenti dell’istituto Chelli, e “Illegittima difesa“, degli studenti del Polo Bianciardi.

I corti in programma

“Oma” di Luca Deravignone prende avvio da una chiamata nella notte, da parte di qualcosa a cui non si può dire di no. Una corsa contro la ragione, in un mondo che sembra ormai essersi adeguato, verso una scelta a lungo rimandata.

In “Tutti i nostri ieri” Lorenzo Santoni parte da un incontro come tanti altri in un locale: un uomo e una donna iniziano a parlare quasi per caso, prolungano l’aperitivo in una cena, ma c’è qualcosa di strano. Il tempo prende il sopravvento.

Con “Discorso sopra i massimi sistemi della produzione cinematografica” Pietro Angelini propone un focus sui costi di realizzazione di un film.

“#smartphone” di Antonella Santarelli racconta della storia di Valeria, una donna nevrotica e dipendente dal suo smartphone, è in viaggio per lavoro da Orbetello a Roma, con il suo collega architetto Aldo. Perderà, nel momento di salire sul treno, il suo telefono e farà di tutto per recuperarlo.

“Il segreto della Dea”, di Lorenzo Antonioni, prende spunto dalla storia: al tempo degli Etruschi, fervono i preparativi per la festa della dea della fertilità. Vulca, che lavora da un ceramista, è un bambino che si interroga sul mistero del divino e intraprende un percorso interiore immergendosi nella natura.

“Incontrare e narrare: io sono te”, a cura degli studenti dell’istituto Chelli, nasce all’interno di un progetto di alternanza scuola lavoro che ha favorito l’incontro con l’altro e una maggiore consapevolezza della dimensione umana dell’accoglienza.

“Illegittima difesa” è il cortometraggio realizzato dagli studenti del Polo Bianciardi coordinati dal regista Francesco Falaschi e dallo sceneggiatore Alessio Brizzi. Racconta di una ragazza che, stanca delle vessazioni di un compagno di scuola, si rivolge alla madre di lui. L’esito della conversazione sarà sorprendente. Il corto è nato all’interno del progetto Cinelab – Uno sguardo sulla scuola promosso dal Polo Bianciardi, vincitore del bando promosso da Miur e Mibac. Partner del progetto anche il Clorofilla film festival che metterà a disposizione della scuola i lavori che fanno parte dell’archivio del festival.

La serata è a ingresso libero

Il programma dei prossimi giorni

La programmazione della Cava di Roselle continua giovedì 22 agosto con la proiezione di “Alla salute” di Brunella Filì, mentre venerdì 23 e sabato 24 agosto arriva il DiVino Commedia, la rassegna che unisce il cinema alle eccellenze enogastronomiche del territorio: il film in programma sono “L’uomo che comprò la luna” di Paolo Zucca e “L’ospite” di Duccio Chiarini.

Tag
Mostra di più

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Pulsante Torna su