Grosseto: il Museo archeologico potrà diventare la sede per celebrare matrimoni civili

D’ora in poi i matrimoni civili a Grosseto potranno essere celebrati non soltanto in Municipio e al Cassero Senese, ma anche all’interno del Museo archeologico di Grosseto.

L’idea è stata lanciata dall’assessore Giovanna Stellini che, viste le molte richieste, ha avviato le procedure per offrire ai grossetani un servizio in più.

Nei giorni scorsi, la Giunta comunale ha approvato il regolamento che disciplina l’uso dei locali e le tariffe, anche se, considerata la specificità della struttura e la convezione con il Ministero dei Beni Culturali, questa novità viene introdotta in via sperimentale per sei mesi, al termine dei quali, se ci saranno le condizioni, questa opportunità diventerà “stabile”.

Si tratta di una novità significativa – ha affermato l’assessore alla cultura Giovanna Stelliniche consentirà di aprire gli splendidi spazi del nostro museo archeologico a tutte le coppie che vogliono per il loro matrimonio una location diversa. Per questo metteremo a disposizione la sala delle mostre temporanee e la sala delle statue, garantendo ovviamente il pieno rispetto delle opere esposte e di tutti gli allestimenti museali”.

Il documento approvato dalla Giunta prevede che i matrimoni possano essere celebrati tutte le mattine dal martedì al venerdì, alle 16 e alle 17 nei pomeriggi di martedì e giovedì, il sabato alle 11, alle 12, alle 16, alle 17 e alle 18. Infine, la domenica sarà possibile sposarsi al Museo alle 11 e alle 12.

Gli spazi destinati ai matrimoni hanno una capienza massima di 50 persone e potranno essere concessi dietro il pagamento di una somma, definita annualmente dalla Giunta, a titolo di sostegno dei costi di riscaldamento, illuminazione, custodia e pulizia della sala.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Top