Pubblicato il: 3 Giugno 2013 alle 18:33

Scuola

Grosseto: gli studenti delle superiori a scuola di Costituzione

Stamani, nella sala del Consiglio comunale di Grosseto, si è svolta la tappa conclusiva del progetto “A scuola di Costituzione”, a cui hanno partecipato numerosi studenti, insieme al sindaco Emilio Bonifazi; al presidente provinciale dell’Associazione nazionale partigiani d’Italia (Anpi), Nello Bracalari; del presidente della sezione Anpi di Grosseto, Giuseppe Corlito, e del partigiano combattente, Ameglio Machetti.

Il progetto, portato avanti dalla sezione “Elvio Palazzoli” dell’Anpi di Grosseto, con la collaborazione della Regione Toscana e del Comune di Grosseto, ha visto gli studenti di alcune scuole superiori della città impegnati nell’approfondimento e la conoscenza della Carta costituzionale italiana. Si è trattato di una serie di iniziative che hanno visto tanti giovani ascoltare e poi confrontarsi con importanti esperti di diritto costituzionale.

In particolare, nei mesi scorsi, si sono svolti due seminari; il primo “Da sudditi a cittadini – Il percorso della democrazia” con Domenico Gallo, magistrato di Cassazione, e il secondo, “Lezione sulla Costituzione della Repubblica italiana, tra storia e attualità”, tenuto dal costituzionalista Giovanni Sapia.

Questa mattina, il presidente Nello Bracalari ha consegnato agli studenti coinvolti nel progetto copie della Costituzione italiana e dello Statuto della Regione Toscana, mentre gli studenti che raggiungeranno la maggiore età nel secondo semestre 2013 hanno anche ricevuto direttamente dal sindaco Bonifazi il loro certificato elettorale, che ne attesta l’acquisizione dello status di cittadini ed elettori attivi a pieno titolo.

La consegna è stata preceduta dalla lettura dell’articolo 48 della Costituzione da parte della studentessa Martina Buchetti, articolo che disciplina il diritto di voto di ogni cittadino.

Il presidente della sezione locale Anpi, Giuseppe Corlito, ha invece distribuito l’attestato di partecipazione al progetto che, dato il successo, dall’anno prossimo verrà esteso ad altri istituti.

Una bella iniziativa – ha commentato il sindaco Emilio Bonifaziperché ci consente, ancora una volta, insieme all’Anpi, di partire dai nostri ragazzi per aiutare loro e noi a conoscere e a ricordare la nostra storia, anche attraverso la valorizzazione e la diffusione di quel sistema di norme e principi di libertà che sono alla base della nostra Repubblica democratica”.

“Questa iniziativa – ha dichiarato Nello Bracalarifa da apripista ad un biennio di celebrazioni di eventi che sono stati la pietra portante della nostra democrazia: a giugno, ricorrerà il 70° anniversario dell’inizio della lotta partigiana in Italia, mentre nel 2014 ricorderemo la liberazione di Grosseto e di tutta la provincia dall’occupazione nazi-fascista, costata molte vittime e insanguinata da numerosi eccidi. In occasione di questa celebrazione, sarà apposta, in memoria delle vittime, una lapide a Porta Vecchia”.

“Le celebrazioni – ha concluso Bracalarinon vogliono essere pura retorica, ma intendono stimolare una serie di riflessioni soprattutto nelle giovani generazioni, che devono partecipare con entusiasmo al rinnovamento della Costituzione”.

Ho lavorato a lungo alla realizzazione di questo progetto – ha affermato Giuseppe Corlitoperché ero spinto dall’idea che gli studenti dovessero avere un approccio concreto allo studio della Costituzione. Si tratta di un’opportunità nuova, che fino a qualche anno fa non esisteva, in quanto sia la scuola che l’università hanno affrontato da sempre con troppa superficialità queste tematiche”.

“Il mio auspicio – ha terminato Corlitoè che questi studenti possano far proprio il testo costituzionale, che è un elemento indispensabile per dare ogni risposta alle problematiche della nostra società. Inoltre, la consegna degli attestati di partecipazione al seminario e dei certificati elettorali ai ragazzi costituiscono un vero e proprio ‘rito di iniziazione’ al loro ruolo di cittadini attivi e rappresentano un accorato invito a prendere in mano le redini della società”.

Tag
Mostra di più

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Pulsante Torna su