Cultura & Spettacoli

Grosseto: al via domenica la quinta edizione della rassegna di teatro comico “Non ci resta che ridere!”

Quattro appuntamenti all’insegna della comicità e del divertimento, in cui saranno protagoniste altrettante compagnie teatrali amatoriali di Grosseto che si esibiranno nella suggestiva cornice del Teatro degli Industri.

Sono gli ingredienti della quinta edizione di “Non ci resta che ridere!”, la rassegna teatrale organizzata dal Comune di Grosseto e dal laboratorio teatrale “Ridi Pagliaccio”, diretto da Giacomo Moscato, in collaborazione con la Federazione Italiana Teatro Amatori, l’Associazione Volontari Ospedalieri ed Agaf, Associazione grossetana arti figurative.

La manifestazione prenderà il via domenica 3 marzo e gli spettacoli si svolgeranno sempre di domenica, alle 17, mentre tre di essi saranno replicati anche alle 21.

Le rappresentazioni spazieranno da testi di William Shakespeare, passando per Neil Simon fino ad arrivare alla comicità dei testi di Massimo Lopez, Anna Marchesini e Tullio Solenghi. Ed è proprio con “In principio era il trio”, il primo spettacolo del fortunato trio comico Lopez-Marchesini-Solenghi, che la rassegna debutterà domenica prossima. Il testo sarà messo in scena dalla compagnia grossetana “I teatranti di Fabio Cicaloni”.

Il secondo appuntamento sarà con “Andy & Norman” della compagnia “I soliti ignoti”, in programma domenica 24 marzo, mentre domenica 7 aprile sarà la volta della compagnia “Il teatraccio” con “Tressette con il morto”. A concludere la rassegna grossetana della comicità, domenica 21 aprile, toccherà a “Falstaff .. e le allegre baruffe di Windsor” del laboratorio “Ridi Pagliaccio”.

Il costo del biglietto per assistere agli spettacoli sarà di 10 euro. I tagliandi sono disponibili in prevendita al negozio “Expert” di Edo Bartolucci, in via dei Mille a Grosseto. I biglietti potranno essere acquistati anche il giorno stesso della rappresentazione al botteghino del Teatro degli Industri, a partire dalle 16.

“Si tratta di un’iniziativa che vuole dare visibilità agli artisti del nostro territorio e valorizzare le piccole realtà – dichiara il sindaco di Grosseto, Emilio Bonifazi -. Sul palco, si esibiranno compagnie amatoriali, ma composte da veri e propri talenti che, con grande sacrificio, passione ed impegno, lavorano con estrema professionalità e rappresentano delle vere e proprie eccellenze”.

La manifestazione – prosegue Bonifazisi propone di affiancare, ma anche rafforzare, il cartellone della stagione teatrale grossetana, presentando rappresentazioni basate sulla comicità e sulla capacità di far ridere il pubblico. E’ senz’altro un’offerta accattivante in un periodo in cui c’è bisogno di svago e di divertimento per staccare la spina dalla difficile realtà quotidiana. Inoltre, l’evento dimostra ancora una volta l’importante spazio che il Comune dà al teatro e alle iniziative culturali in genere, in un contesto di grave crisi economica”.

“Ringrazio il Comune di Grosseto per aver collaborato all’organizzazione di questa manifestazione – afferma Giacomo Moscato, direttore del laboratorio teatrale “Ridi Pagliaccio” -. E’ importante che al nostro fianco ci siano associazioni come l’Avo e l’Agaf, perché questa partnership ci permette di creare un connubio significativo e speciale fra arte e ambito sociale”.

“In genere, gli spettacoli teatrali si svolgono sempre alla sera, – continua Moscatoma la nostra manifestazione intende offrire rappresentazioni pomeridiane perché già nelle precedenti edizioni dell’iniziativa abbiamo avuto modo di constatare che una larga fetta di pubblico apprezza anche iniziative culturali programmate in altre ore della giornata.

Inoltre, in un periodo di crisi economica, ci è sembrato doveroso diminuire il prezzo del biglietto di 2 euro, con l’auspicio di incrementare le presenze nell’arco di tutta la manifestazione”.

“A differenza delle scorse edizioni, – conclude Moscatoquest’anno la rassegna non sarà più un concorso fra le varie compagnie teatrali, al termine del quale gli spettatori eleggevano il migliore spettacolo. Per ragioni organizzative e per la necessità di dover organizzare l’evento in tempi stretti, siamo infatti riusciti a coinvolgere solamente quattro compagnie, che comunque rappresentato la miglior offerta del teatro amatoriale grossetano. Basti pensare che tutte e quattro organizzano anche altri spettacoli in varie regioni italiane”.

“Sono professore in una scuola superiore – dichiara Fabio Cicaloni della compagnia “I teatranti di Fabio Cicaloni” –, quindi mi sembra doveroso rivolgere un appello alle nuove generazioni affinchè una grande fetta di pubblico che assisterà a questa manifestazione possa essere costituita da ragazzi. Le manifestazioni culturali, e quelle teatrali nello specifico, hanno davvero bisogno dei giovani, delle loro passioni e del loro entusiasmo”.

Ecco, nel dettaglio, il programma di “Non ci resta che ridere!”:

  • domenica 3 marzo – ore 17 e 21: “In principio era il trio” di Marchesini Lopez e Solenghi. Rappresentato dalla compagnia “I teatranti di Fabio Cicaloni”, con la regia di Fabio Cicaloni. Interpreti: Fabio Cicaloni, Andrea Ferrari, Bernardino Tartaglia, Andrea Draoli, Fabrizio Cattarulla.
  • domenica 24 marzo – ore 17: “Andy & Norman” di Neil Simon. Rappresentato dalla “Compagnia dei soliti ignoti”, con la regia di Roberta Nelli. Interpreti: Roberta Nelli, Simona Di Mattia, Cesare Nigrelli, Luciano Balbonesi.
  • domenica 7 aprile – ore 17 e 21: “Tressette con il morto” di Gerry Petrosino. Rappresentato dalla compagnia “Il teatraccio”, con la regia di Claudio Matta. Interpreti: Ernesto Picolli, Claudio Matta, Italo Guida, Angelina Schiavone, Daniela Maddaluno, Giuseppe Di Maggio, Rosa Ascione, Simone Di Monaco, Geremia Petrucci, Giovanna Zizzo.
  • domenica 21 aprile – ore 17 e 21: “Falstaff..e le allegre baruffe di Windsor” di William Shakespeare. Rappresentato dal laboratorio teatrale “Ridi Pagliaccio”, con la regia di Giacomo Moscato. Interpreti: Giacomo Moscato, Gianluca Guelfi, Fabrizio Bonifazi, Anna Davì, Laura Sbrana Adorni, Manuela Montecchi, Andrea Strati, Luca Peretti, Gabriele Fanciulli, Marco Frassinetti, Gemma Collecchi, Giuseppe De Rosa.
Continua a leggere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Back to top button