Pubblicato il: 22 Marzo 2013 alle 15:00

Ambiente

Gli studenti di Grosseto festeggiano la Giornata Mondiale dell’Acqua

Sono stati oltre 100 i ragazzi della scuola media Galileo Galilei di Grosseto che hanno partecipato ai festeggiamenti per la Giornata mondiale dell’acqua 2013. La mattinata, che si è svolta al Parco Ombrone di Grosseto, è stata organizzata da Legambiente in collaborazione con Acquedotto del Fiora Spa. Le cinque classi, tutte prime, che si sono succedute al Parco arrivando in due grandi gruppi, hanno partecipato a laboratori, giochi e degustazioni di acqua in bottiglia e di rubinetto, per assaporare e capire la differenza e la qualità tra l’acqua del sindaco e quella invece imbottigliata. Le classi si sono sfidate tra loro a suon di quiz sulla risorsa idrica, per eleggere la classe meno sprecona.

L’acqua è una risorsa indispensabile per la vita di ogni essere umano – spiega Nunzio D’Apolito, educatore di Legambiente – ma anche per garantire le attività produttive e la sopravvivenza del pianeta. È fondamentale far conoscere ai ragazzi l’importanza di un bene limitato, che è a tutti gli effetti la risorsa meno rinnovabile. Oggi purtroppo l’acqua comincia a scarseggiare a causa non solo dell’aumento progressivo dei consumi, ma soprattutto delle crescenti forme di inquinamento, dall’assenza di politiche di governo improntate alla sostenibilità e al rispetto del suo ciclo naturale. Da qua l’importanza d’imparare a conoscere tutti quei comportamenti quotidiani che ci permettono di gestire in maniera migliore l’uso dell’acqua, evitando sprechi e mal consumi”.

Vorrei ringraziare Legambiente per averci dato ancora la possibilità di aderire ad un progetto di così grande valore e rilevanza dal punto di vista dell’educazione ambientale – afferma il Vicepresidente di Acquedotto del Fiora Emilio Angelo Fallettil’Azienda ha aderito allo scopo di far conoscere meglio ai ragazzi tutto ciò che riguarda la qualità dell’acqua che beviamo, inclusi i parametri ed il loro significato. Lavoriamo con impegno per migliorare la qualità della nostra acqua che è di certo molto più controllata rispetto alle minerali. Abbiamo contribuito alla realizzazione di numerosi chioschi dell’acqua per poter dare, oltre ad acqua gratis ai cittadini, un aiuto concreto per la riduzione di rifiuti plastici e la tutela dell’ambiente. Invito dunque tutti a scegliere l’acqua di rubinetto, buona, sicura ed economica, ma soprattutto per migliorare la qualità della nostra vita”.

Durante la mattinata gli studenti hanno anche appreso la storia e l’importanza del fiume Ombrone, troppo spesso temuto ma poco conosciuto dagli abitanti della provincia di Grosseto. Inoltre, per festeggiare la Giornata mondiale dell’acqua, è stata allestita una mostra a pannelli per spiegare ai passanti la composizione dell’acqua e l’importanza che ha nella nostra vita quotidiana.

Tag
Mostra di più

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Pulsante Torna su