Pubblicato il: 17 Ottobre 2019 alle 14:26

GrossetoPolitica

Nasce il comitato ‘Crescita Grosseto’: “No all’immobilismo della città, pronti ad accogliere proposte”

"Adesso è tempo delle idee da mettere in campo e in tale ottica il silenzio ormai assordante della politica che incombe sulla città non è più accettabile"

Basta attaccare il sindaco Vivarelli Colonna sul taglio degli alberi, sulle buche sulle strade, sulle erbacce nei parchi pubblici e sulle condizioni di degrado in cui versano i tanti quartieri cittadini“.

A dichiararlo è Giuseppe Conti, membro del comitato di azione civile “Crescita Grosseto”.

“Adesso è tempo delle idee da mettere in campo e in tale ottica il silenzio ormai assordante della politica che incombe sulla città non è più accettabile – spiega Conti -. Nell’ambito della rete dei comitati di azione civile che si stanno costituendo in tutta Italia, il comitato ‘Crescita Grosseto’ coordinato da Valerio Pizzuti, si inserisce così all’interno del dibattito locale, consapevole di non volersi arrendere allo stato di immobilismo in cui versa il nostro territorio. Grosseto ha bisogno di proposte concrete di sviluppo per il futuro, e sulla scia di quanto sta avvenendo per la realizzazione del Corridoio tirrenico, tutte le forze politiche di opposizione, i vari comitati civici nati negli ultimi mesi, le associazioni di cittadini che stanno portando avanti battaglie a tutela della città e dei suoi tratti distintivi, sono chiamati ad elaborare una visione di quella che sarà la Grosseto per i prossimi 20 anni”.

“Dobbiamo, con il contributo di tutti, intervenire laddove il sindaco Vivarelli Colonna ha ampiamente fallito, manifestato lacune clamorose se non essere stato totalmente assente – sottolinea Conti -. Dobbiamo contrapporre alle attività ordinarie di questa amministrazione, per intendersi quegli interventi dovuti ai cittadini e che gli uffici potrebbero portare avanti anche senza una giunta a capo dell’amministrazione, dei progetti reali che possano contribuire al rilancio economico e sociale del territorio. Grosseto oggi è amministrata da chi è capace di vantarsi delle sole attività ordinarie. Rispondiamo, tutti insieme, proponendo iniziative in grado di rimettere in moto l’economia e quindi lo sviluppo di tutta la città, invece di continuare in inutili e sterili polemiche. Lasciamo che questa amministrazione sguazzi nella perenne propaganda elettorale, saranno poi i cittadini che quotidianamente si imbattono nelle tante problematiche che affliggono Grosseto, a rispondere adeguatamente alla prossima tornata elettorale“.

“Se al primo cittadino non è servito neanche avere una intera città contro per dissuaderlo dal realizzare un nuovo supermercato Conad in via Scansanese, con il bene placido di tutto il panorama politico locale, figuriamoci se tornerà indietro nei suoi passi nel tagliare qualche decina di pini – spiega Conti –. Se neanche i dati sulle compravendite immobiliari, che anche in questo mese fotografano una realtà drammatica nella città di Grosseto con i prezzi delle case in picchiata libera, sono serviti a far riflettere Vivarelli Colonna e il suo fedele scudiero Fabrizio Rossi,sulla utilità o meno di realizzare ulteriori 240 appartamenti nel quartiere più in sofferenza, cosa altro sperare da questa amministrazione? Un’amministrazione poco attenta agli interessi della comunità e priva di visione complessiva di come e dove la città deve crescere. E proprio la crescita sarà al centro delle attività che nei prossimi mesi il comitato di azione civile ‘Crescita Grosseto’ metterà in campo, proponendo idee per il cambiamento della città e, con il contributo di tutti coloro che vorranno impegnarsi in questo nuovo progetto, disegnare così la Grosseto del futuro. In questi anni c’è stato fin troppo silenzio al riguardo da parte di chi avrebbe dovuto e potuto reagire anche nei confronti degli errori del passato che hanno consentito a Vivarelli Colonna di sedere sullo scranno di primo cittadino. Adesso dimostriamo, tutti insieme, di sapere e poter dare nuova linfa vitale alla nostra città“.

“Una speranza di crescita da sviluppare attraverso iniziative, idee e proposte e lasciamo pure al vulcanico sindaco le dichiarazioni e i selfie propagandistici, saranno proprio quelli a testimoniare che, dal 2016, nulla di concreto è stato fatto per Grosseto e che oggi le condizioni della città sono ben altra cosa rispetto a quello che ci vogliono far credere. Ma questo i grossetani lo stanno già vivendo a loro spese purtroppo, quindi basta polemiche e diamo realmente inizio alla stagione del cambiamento – termina Conti -. ‘Crescita Grosseto’ c’è e siamo aperti al contributo di idee da parte di tutti, perchè è insieme che possiamo tornare a far crescere Grosseto“.

Tag
Mostra di più

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Pulsante Torna su