Pubblicato il: 17 Marzo 2014 alle 17:38

AmbienteColline del FioraCosta d'argento

“Giornate di Primavera”: il Fai alla scoperta delle bellezze di Sorano e Sovana

De Luca, Martini, TombariTorna anche in provincia di Grosseto il tradizionale appuntamento con le “Giornate Fai di Primavera”, organizzato dal Fondo ambientale italiano e giunto alla 22^ edizione.

L’iniziativa, che apre le porte di monumenti e luoghi solitamente chiusi al pubblico, farà tappa nel prossimo weekend a Sorano e Sovana, oltre che alla torre di Burannaccio e alla riserva naturale del Wwf di Capalbio.

Con questa manifestazione, il Fai focalizza l’attenzione sulle bellezze ambientali della nostra provincia, non solo per farle apprezzare ai partecipanti, ma anche per accendere i riflettori su particolari interventi di cui necessita il nostro patrimonio storico ed artistico – spiega Sergio Martini, presidente del Consiglio provinciale -. In occasione di questa edizione delle ‘Giornate di Primavera’ sono stati scelti dei luoghi magici e ci auguriamo che molti partecipanti aderiscano all’iniziativa”.

Sabato 22 marzo, Sovana sarà protagonista di queste giornate, in cui saranno proposte visite guidate alle tombe etrusche a facciata rupestre come la tomba Ildebranda, la tomba Pola e della Sirena, e la tomba dei Demoni alati che, in via del tutto eccezionale, sarà possibile fotografare da vicino. Inoltre, sono previsti dei percorsi tra le suggestive Vie Cave di Poggio Prisca e San Sebastiano. Tutte le visite sono a cura del Gruppo archeologico di Pitigliano – Sorano e degli Apprendisti ciceroni dell’Istituto d’istruzione “F. Zuccarelli” di Sorano, studenti preparati per presentare le caratteristiche storiche ed artistiche dei luoghi visitati.

Domenica 23 marzo, invece, sarà il turno di Sorano: per l’occasione saranno proposte visite guidate alla Fortezza Orsini, con un percorso sui camminamenti esterni ed interni che permetterà di scoprire l’intera architettura del complesso rinascimentale. Inoltre, gli iscritti al Fai avranno la possibilità di visitare i sotterranei e le mine del settore San Marco.

Con questa manifestazione ci poniamo l’obiettivo di valorizzare le zone meno conosciute della provincia, ma che sono molto suggestive e offrono un patrimonio storico e ambientale inestimabile – dichiara Giovanna De Luca, della delegazione Fai di Grosseto -. Da questo punto di vista, Sorano e Sovana costituiscono due perle di rara bellezza della corona della Maremma e rappresentano due luoghi da vivere persino nel periodo turistico di bassa stagione, grazie anche alle loro eccellenze enogastronomiche”.

Per questa 22^ edizione, il Fondo ambientale italiano propone a livello nazionale ben 750 siti visitabili nelle 20 regioni dello Stivale; il catalogo è molto vario e offre beni di importanza storico-artistica, così come luoghi che sono testimonianza della nostra vita quotidiana e località di alto valore paesaggistico.

Le “Giornate di Primavera” sono anche l’occasione per conoscere il Fai e sostenerlo nella sua opera di difesa e valorizzazione del patrimonio storico culturale e paesaggistico italiano. Chiunque può partecipare iscrivendosi alla Fondazione: o con un contributo libero durante le visite o mandando un Sms da 1 euro fino al 23 marzo al 45595.

Una raccolta fondi essenziale, che insieme all’azione degli oltre 7mila volontari, sostiene il Fai; i beni da visitare sono ogni anno di più e gli interventi del Fondo sono sempre più presenti, ma aumentano anche le aree e le opere da difendere, recuperare e restituire al pubblico.

Il Fondo ambientale italiano opera affinché il paesaggio italiano, i luoghi, i monumenti, i capolavori che hanno fatto e fanno la storia di questo Paese non vengano dimenticati – spiega Giovanni Tombari, capo delegazione Fai Grosseto -. E’ con orgoglio che offro il mio servizio al Fai, per difendere e valorizzare il patrimonio artistico e ambientale che abbiamo. Un’immensa eredità che dobbiamo far conoscere ed apprezzare a più persone possibili”.

Ecco il programma dettagliato delle iniziative:

  • Capalbio: Torre di Buranaccio, S.S. Aurelia – bivio per Marina di Capalbio, Km 133,500 dell’Aurelia. Apertura straordinaria con visita della Torre di Buranaccio e passeggiata nella riserva. Sabato 22 e domenica 23 marzo, ore 10.30 – 15.30 (partenza ultimo gruppo), partenza ogni ora. Visite guidate con partenza ogni ora, a cura dei volontari del Gruppo Fai Maremma. Durata della visita: 1 ora e 30 minuti circa. L’itinerario prevede un percorso a piedi di circa 4 Km (andata e ritorno).
  • Sovana: partenza dal Palazzo Pretorio, piazza del Pretorio 12/a. Ingresso borgo: la Rocca aldobrandesca. L’itinerario prevede il Palazzo Pretorio, il Palazzetto dell’Archivio, la Chiesa di Santa Maria, il Palazzo Bourbon del Monte, la Chiesa di San Mamiliano, la Cattedrale. Sabato 22 marzo, ore 11 – 12.30. Visite guidate a cura dei volontari dell’Associazione Pro Loco, dei volontari del Gruppo archeologico di Pitigliano-Sorano e delle guide turistiche della cooperativa  “La Fortezza di Sovana”. La necropoli “Città del Tufo”, inaugurata nel 1998 lungo la S.P. Sovana – San Martino sul Fiora. Sabato 22 marzo, ore 14 – 17. Visite delle tombe etrusche a facciata rupestre come la Tomba Ildebranda; quella dei Demoni Alati; della Pola, della Sirena e le suggestive Vie Cave di Poggio Prisca e San Sebastiano. Visite guidate a cura dei volontari dell’Associazione Pro Loco, dei volontari del Gruppo archeologico di Pitigliano-Sorano e degli Apprendisti Ciceroni dell’Istituto d’Istruzione “F. Zuccarelli” di Sorano.
  • Sorano: Fortezza Orsini, piazza d’Armi, i camminamenti esterni ed interni della Fortezza: il Mastio, il bastione San Pietro e il bastione San Marco. Il museo del Medioevo e del Rinascimento, il teatrino di Niccolò IV Orsini. Domenica 23 marzo, ore 11 – 17.30. Visite guidate a cura dei volontari della Pro Loco, del Gruppo archeologico di Pitigliano – Sorano e degli Apprendisti Ciceroni dell’Istituto d’istruzione “F. Zuccarelli” di Sorano. Visita ai sotterranei della Fortezza ed in particolare alle mine del settore di San Marco riservata agli iscritti Fai. Si raccomanda un abbigliamento sportivo.

Per maggiori informazioni sull’iniziativa, è possibile consultare il sito www.giornatefai.it.

Nella foto, da sinistra verso destra: Giovanna De Luca, Sergio Martini e Giovanni Tombari

Tag
Mostra di più

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Pulsante Torna su