Colline MetallifereCultura & Spettacoli

Scarlino celebra la “Giornata degli Etruschi”: il programma delle iniziative

Venerdì 25 settembre il convegno “Gli Etruschi a Scarlino: insediamenti, società, economia”

Anche Scarlino partecipa alla quinta edizione della rassegna promossa dal Consiglio regionale della Toscana “Giornata degli Etruschi”.

Una celebrazione idealmente datata 27 agosto, perché proprio in quel giorno del 1569 papa Pio V insignì Cosimo I del titolo di ‘Magnus dux Etruriae’, istituendo così il titolo di Granduca per chi, da allora fino all’unità d’Italia, fu alla guida della Toscana. Una serie di eventi ricorda così in tutta la Toscana la storia di una civiltà che ha definito le caratteristiche culturali e geografiche della regione.

Anche Scarlino ha partecipato al bando regionale che ha finanziato i progetti migliori dedicati alla celebrazione, con l’evento “Gli Etruschi a Scarlino: insediamenti, società, economia” ottenendo il supporto economico. Così venerdì 25 settembre, a Scarlino, in piazza San Martino, dalle 16 alle 19, alcuni studiosi parleranno di quello che le ricerche hanno portato alla luce negli ultimi anni in merito alla presenza della civiltà etrusca nel territorio scarlinese.

«Scarlino – spiega l’assessore alla cultura, Michele Bianchi è stata oggetto di scavi archeologici e ricerche topografiche che, benché abbiano solo in parte fatto luce sui processi evolutivi e sull’organizzazione del territorio in età etrusca, rappresentano la base di conoscenze da cui avviare processi di valorizzazione. Obiettivo della giornata è fare il punto sulle conoscenze acquisite sulla civiltà etrusca a Scarlino, raccontarle ai cittadini e coinvolgere la comunità nella cura del proprio patrimonio culturale».

La location del convegno non è casuale: di fronte a piazza San Martino ha sede infatti il Centro di documentazione del territorio “Riccardo Francovich”, uno spazio che raccoglie parte della storia del borgo.

«Per promuovere la conoscenza del patrimonio storico-archeologico del territorio e valorizzare la fruizione dei musei – dicono da Pastexperience, cooperativa che gestisce i musei di Scarlino –, durante il pomeriggio saranno organizzate alcune visite gratuite al museo e alla Rocca Pisana».

Chiuderà il convegno una degustazione di prodotti locali a cura di Slow Food Monteregio. L’ingresso è libero, ma occorre prenotare chiamando il numero 0565 .766345 o scrivendo a info@pastexperience.it.

Ecco il programma del convegno

Ore 16 – Saluti istituzionali – Francesca Travison, sindaco di Scarlino; Michele Bianchi, assessore alla cultura del Comune di Scarlino; Roberta Pieraccioli, direttrice dei Musei di Maremma.

Ore 16.30 – Biancamaria Aranguren, funzionario della Soprintendenza archeologia, belle arti e paesaggio per le province di Siena, Grosseto e Arezzo, parlerà del tema “Il sale degli Etruschi”; Lorenzo Marasco, ricercatore dell’Università di Siena, parlerà del tema “Gli Etruschi alla Rocca di Scarlino”; Luca Cappuccini, docente dell’Università di Firenze e Giuditta Pesenti, direttrice del Centro di documentazione della Rocca di Frassinello, interverranno sul tema “Viabilità e evoluzione del territorio di Scarlino in epoca etrusca: il sito di Campo di Chiara”; Simona Rafanelli, direttrice del Museo civico archeologico “Isidoro Falchi” di Vetulonia, e Emanuela Paribeni, funzionario della Soprintendenza archeologia, belle arti e paesaggio per le province Lucca e Massa Carrara, parleranno del tema “Gli etruschi a Poggio Tondo e la fattoria di Pian D’Alma”; Alessandra Casini, direttrice del Parco nazionale delle Colline Metallifere, interverrà sul tema “La Via delle città etrusche”.

Ore 18.30 – Conclusioni dell’assessore Michele Bianchi e del responsabile dei musei di Scarlino Marco Bizzarri.

Continua a leggere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Back to top button