Attualità

Ginlio: il gin prodotto all’Isola del Giglio medaglia d’argento al World Gin Award

Come imbottigliare il “sapore” dell’Isola del Giglio? Questa è la scintilla che ha spinto il chimico e chef Francesco Stagno a creare GinLio, il London Dry botanico a cui è appena gli è stato conferito l’argento per l’Italia dai giudici della competizione  mondiale “World Gin Award”.

Il progetto ha preso vita nella primavera del 2021, nel periodo in cui l’Isola è nel pieno splendore di colori e profumi della macchia mediterranea e l’elicriso, pianta del sole per antonomasia, sprigiona la sua inconfondibile nota olfattiva.

Ci è poi voluto oltre un anno per perfezionare la ricetta, le cui principali note sono il rosmarino e l’elicriso, oltre al ginepro, raccolti a mano da piantagioni spontanee per essere una miscela che conferisce al gin un sapore intenso e aromatico con un cuore leggermente minerale, complice la conformazione geologica di questo piccolo gioiello dell’arcipelago Toscano.

Francesco ha poi collaborato con partner in grado di abbracciare la sua visione e completarne il progetto: Nannoni Grappe, che, grazie alla sua profonda conoscenza del settore e il suo animo innovatore, si è rivelata la distilleria ideale per produrre in serie limitata questo distillato che loro stessi definiscono “dal sapore elegante e originale”, materializzazione di una passeggiata estiva nella macchia mediterranea; Francesca Alexia Fanciulli, professionista di marketing del lusso, oltre che artista visionaria, il cui continuo confronto e la collaborazione ha permesso una strategia di posizionamento vincente, oltre a un logo e un’etichetta evocativi ma non sfacciati, che richiamano l’essenza del territorio e del gin, completando il prodotto senza camuffarlo

Dove possiamo trovare quella che il suo creatore stesso definisce “l’estate gigliese in bottiglia”? In attesa del lancio del suo e-commerce previsto entro il primo trimestre di quest’anno, potete trovare GinLio in alcuni presidi selezionati dell’Isola, oltre che di Roma e Milano, oppure potete scrivere a ginliobotanicgin@gmail.com per chiedere informazioni e farvelo recapitare direttamente a casa.

Francesco pensa ai suoi partner e a quella prima scintilla nata in mezzo all’elicriso mentre legge la comunicazione di World gin award, la primaria competizione mondiale di settore, che gli annuncia che GinLio ha vinto l’argento nella sua categoria per l’Italia. È contento, e un po’ emozionato, pensando all’amore per la sua isola così ben rappresentato. 

Continua a leggere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Back to top button