GrossetoPolitica

Farmacie comunali, Perruzza: “Rilanceremo questo straordinario presidio sociale”

Così il capolista del Movimento 5 Stelle alle prossime amministrative di Grosseto

Basta con i privati che fanno il bello e brutto tempo pur avendo in mano solo la quota di minoranza di Farmacie comunali riunite: serve una vera politica di rilancio di questo servizio che resta un indispensabile presidio sociale”.

Così il capolista del Movimento 5 Stelle alle prossime amministrative di Grosseto, Gianluigi Perruzza.

“Il Comune detiene il 51 per cento di Farmacie comunali riunite. Eppure, troppo spesso, sta a guardare: le organizzazioni sindacali lamentano da tempo uno scarso interesse del municipio verso i destini dei lavoratori di Farmacie comunali riunite – spiega Perruzza -. Lo dimostra il silenzio tra l’ultimo incontro avvenuto tra sindacati stessi e Comune nel 2019, dialogo che, nelle promesse, non sarebbe dovuto terminare lì“.

Per il candidato sono incomprensibili molte delle scelte e delle iniziative della società per azioni: “La mancata sostituzione del personale andato in pensione – spiega Perruzza crea disagi, sia nell’organizzazione del lavoro, sia nell’erogazione del servizio che risente di un organico sottodimensionato. Quando si apre ad assunzioni, poi, lo si fa tramite annunci via social e non tramite bandi pubblici. Tutto questo si somma allo sbandierare un bilancio di gestione in forte attivo a fronte di un personale allo stremo che deve sopperire alla mancanza di colleghi. Eppure, lo ricordiamo, il primo interesse di farmacie comunali riunite non dovrebbe essere quello d’incarnare un conveniente modello di business, bensì un presidio sanitario e sociale di primissima importanza”.

E invece, per Perruzza nulla, è tutto una contraddizione: “Si mettono in vendita – insiste il capolista del Movimento 5 Stelle – prodotti di dubbia pertinenza con la mission del servizio e, al contempo, si manca la partecipazione al Banco del farmaco 2020. Dove sono finite quelle farmacie che erano un modello per tutta la città e per le quali il Movimento 5 stelle si è battuto, anche durante l’ultima giunta Bonifazi, proprio per scongiurarne la vendita ai privati e salvaguardarne la trazione sociale?”.

Perruzza è netto: “Nella nostra visione le farmacie comunali rappresentano un rifugio sicuro per chi ha necessità particolari, per tutti quei cittadini, a cominciare dai più deboli, che devono poter contare su un presidio vicino ed efficiente. Farmacie comunali riunite per anni ha rincorso piani aziendali che poco avevano a che vedere con l’interesse pubblico e molto con il desiderio di fare impresa: questo ci lascia indignati”.

Secondo il candidato, con la nuova giunta le cose cambieranno: “Ecco dunque che questa parte del nostro programma elettorale si scrive da sola: far riacquisire a Farmacie comunali riunite spa il naturale ruolo di presidio sociosanitario che oggi pare del tutto smarrito. Sì, perché – conclude Perruzza – non c’è da lucrare sulla salute dei cittadini: ritrovata la funzione sociale a oggi accantonata basterà garantire un modello in grado di autosostenersi, con bilanci in pareggio o lieve attivo”.

Continua a leggere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Back to top button