Colline MetallifereNotizie dagli Enti

Cosap, il sindaco: “Un plauso alla Provincia, non applicherà penali sul ritardo dei pagamenti”

“Stanno arrivando in questi giorni dalla Provincia di Grosseto le cartelle Cosap relative al 2018 a quei cittadini che per varie ragioni ancora non hanno potuto pagare”.

A dichiararlo è Giacomo Termine, sindaco di Monterotondo Marittimo.

“La tassa sui passi carrabili ad uso agricolo, commerciale, industriale, artigianale e a civile abitazione è stata applicata negli anni dal 2018 al 2021, per volontà della precedente amministrazione provinciale, guidata da Vivarelli Colonna per poi essere abolita, nel 2022, dall’attuale presidente della Provincia, Francesco Limatola – spiega Termine, appena insediatosi”.

Non ho mai nascosto la mia contrarietà all’applicazione di questa imposta che trovo insostenibile e ingiusta – prosegue Giacomo Termine –. Diversi proprietari di terreni agricoli situati lungo le provinciali, in quegli anni si sono visti imputare erroneamente oneri per centinaia di euro, in alcuni casi migliaia. Nel 2021 in una mia dichiarazione a mezzo stampa invitavo i cittadini che avevano ricevuto cartelle con potenziali errori a fare ricorso e a chiedere un aggiornamento della propria posizione”.

“Non potendo togliere retroattivamente la tassa – conclude Termine –, l’ufficio Patrimonio della Provincia sta operando quest’anno un riordino per la riscossione del canone relativo agli anni passati, cercando di risolvere le pratiche rimaste ancora aperte, con il minor disagio possibile per i cittadini. L’auspicio è di poter definitivamente chiudere il capitolo della Cosap, aperto dall’amministrazione Vivarelli Colonna. Un plauso alla Provincia, che, per essere vicina ai cittadini, ha deciso di non applicare penali sui ritardi accumulati nella riscossione della Cosap, ritardi in cui non hanno responsabilità diretta gli utenti.

Continua a leggere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Back to top button