Pubblicato il: 31 Gennaio 2020 alle 15:38

FollonicaPolitica

Ballottaggio, Termine: “Francesco De Luca convertito alla destra, cosa ne pensa il Psi?”

"La vita politica di Francesco De Luca è caratterizzata da cambiamenti"

Nella vita cambiare idea non è reato: il divorzio, ottenuto grazie alle lotte del centrosinistra e dei laici, consente di cambiare il coniuge, e anche in politica cambiare idea non è proibito“.

A dichiararlo è Giacomo Termine, segretario provinciale del Partito democratico.

Francesco De Luca, per chi non lo conosce, non tanto tempo fa era nel Partito democratico a Follonica – continua Termine -. Ne è uscito criticandolo a sinistra e annunciando l’ingresso in Mdp e, in occasione delle elezioni per il sindaco di Follonica, si è candidato alla carica di primo cittadino con una lista civica sostenuta dal Psi. Il risultato elettorale non è stato esaltante, pochissimo il consenso dei cittadini. Ma per De Luca non è finita qui”.

“La sua vita politica è caratterizzata da cambiamenti. Il ballottaggio tra Andrea Benini e Massimo di Giacinto è stata l’occasione per l’ennesima inversione politica, verso destra questa volta – sottolinea Termine -. Oggi, annunciando il suo appoggio al centrodestra, afferma ‘Sono una persona di centrosinistra che rivendica la sua appartenenza’. Contraddizioni.  Gli ricordiamo che in quel ‘campo politico’ troverà gli esponenti di CasaPound e il signor Ulmi della Lega, che ha invitato a Follonica Matteo Salvini“.

“E cosa ne pensano gli elettori e gli esponenti locali e provinciali del Psi? A Follonica il Psi non si è presentato col proprio simbolo, ma ha fatto parte della lista Follonica in Movimento, con propri candidati ed un forte supporto. Il Psi condivide la scelta di De Luca di apparentarsi con la destra? In caso affermativo chiedo di conoscere pubblicamente la posizione e la strategia politica del Psi, anche per il prossimo futuro e le elezioni del presidente della Regione Toscana. La chiarezza è dovuta e necessaria – conclude Termine -. Francesco De Luca definisce la sua scelta ‘programmatica’, ma questa conversione politica sulla via di Damasco sembra essere motivata solo da una cosa: la promessa di una poltrona da assessore“.

Tag
Mostra di più

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Pulsante Torna su