Castiglione della PescaiaColline MetallifereFollonicaNotizie dagli Enti

Complesso agroforestale delle “Bandite”: affidata la gestione al Comune di Scarlino

Il Comune di Scarlino sarà ente gestore dell’importante complesso agroforestale regionale “Bandite di Scarlino”.

La Regione lo ha stabilito con la delibera approvata durante l’ultima giunta. In coerenza con quanto previsto dalle direttive approvate dalla giunta regionale e per sviluppare politiche di sviluppo condivise, l’affidamento del complesso sarà assegnato al Comune di Scarlino a seguito della sottoscrizione di un accordo di collaborazione con i Comuni interessati dalla superficie del complesso agricolo forestale, cioè il Comune di Follonica, il Comune di Castiglione della Pescaia, il Comune di Gavorrano e il Comune di Scarlino stesso, insieme a Ente Terre Regionali Toscane.

L’accordo sarà finalizzato a promuovere forme stabili di cooperazione tra tutti gli enti coinvolti e prevderà momenti di consultazione finalizzati alla condivisione del programma di gestione del complesso “Bandite di Scarlino” e all’individuazione di strategie e azioni volte a valorizzare il patrimonio agricolo forestale regionale. La supervisione sarà assegnata a Ente Terre Regionali Toscane.

Una gestione corretta del complesso delle ‘Bandite di Scarlino’ – ha detto la vicepresidente e assessore regionale all’agroalimentare Stefania Saccardiè essenziale per valorizzare al meglio non solo il grande patrimonio agricolo e ambientale, ma anche per riconoscere e ottimizzare il suo ruolo di richiamo turistico per l’area, Cala Violina su tutti, e i diversi progetti a tutela della biodiversità e della salute, come il prezioso alimento del latte d’asina. La gestione forestale sostenibile e la valorizzazione delle risorse locali possono così divenire un modello virtuoso per tutte le realtà di cui la Toscana è ricca ed un notevole volano di sviluppo per l’economia locale. Ringrazio i sindaci dei Comuni interessati, a partire dalla sindaco Francesca Travison, nonché la consigliera Donatella Spadi e il collega Leonardo Marras per la chiusura dell’accordo”.

“Ringrazio la vicepresidente della Regione Toscana, Stefania Saccardi, per aver confermato la guida delle Bandite di Scarlino al nostro Comune dando fiducia all’operato e alla progettualità della mia giunta. Il territorio regionale in concessione alle Bandite rappresenta un patrimonio di altissimo valore che, in accordo con la Regione Toscana, intendiamo proteggere e promuovere – dichiara il sindaco di Scarlino, Francesca Travison. La gestione di Cala Violina è un esempio dell’impegno che la mia amministrazione sta mettendo nel tutelare questa risorsa ambientale: sono decisioni difficili, ma necessarie affinché ci sia il massimo rispetto per ciò che la natura ci ha donato. È nostra volontà coinvolgere le amministrazioni comunali che fanno parte delle Bandite in progetti di sviluppo e promozione del complesso: a breve presenteremo un protocollo sulla sentieristica che va proprio in questa direzione. Lavorare in sinergia, andando oltre i confini territoriali è l’unico modo per dare slancio alla Maremma».

Le “Bandite di Scarlino”

Il complesso, di proprietà della Regione Toscana è esteso per 8.805 ettari ricadente per 3.941 ettari nel Comune di Scarlino, per 3034 nel Comune di Follonica, per 1452 nel Comune di Castiglione della Pescaia e per 378 nel Comune di Gavorrano.

Continua a leggere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Back to top button