Colline MetalliferePolitica

Rifiuti, Gavorrano Bene Comune: “Riorganizzazione ha causato degrado, il sindaco intervenga”

Patrizia Scapin, capogruppo del gruppo di opposizione Gavorrano Bene Comune, ha presentato un’interrogazione in merito alla riorganizzazione dei rifiuti nel comune di Gavorrano.

Ecco il testo integrale dell’interrogazione:

“Con la deliberazione n.5/2021 del 22 gennaio 2021 il Consiglio comunale ha approvato il Piano economico finanziario (Pef) del servizio rifiuti per l’anno 2020, trasmesso da Ato Rifiuti. Poiché Il piano con l’introduzione di nuove modalità di calcolo avrebbe portato a un aumento delle tariffe pari a circa il 2,7%, l’amministrazione comunale in accordo con Sei Toscana ha scelto di riorganizzare il servizio con modalità diverse di raccolta.

Visto che:

  • nelle frazioni di Bagno di Gavorrano e Filare, le uniche dove per alcune tipologie di rifiuti è stato mantenuto il servizio porta a porta, da circa due settimane è stata riproposta l’immissione in campana dei rifiuti di multi materiale e vetro;

visto che:

  • nelle altre frazioni del Comune è stato adottato invece il sistema dei cosiddetti cassonetti intelligenti utilizzabili tramite una card indispensabile per l’apertura;

visto che

  • la situazione attuale, dovuta anche alla scarsa comunicazione, sta creando disagi nella cittadinanza sia per l’utilizzo dei cassonetti che per l’utilizzo della card;

visto che

  • il decoro delle nostre frazioni in seguito a questa scelta è notevolmente diminuito con l’accumulo di rifiuti in prossimità dei cassonetti, peraltro di piccole dimensioni, facendoci ripiombare indietro di anni e presentando un indecoroso biglietto da visita ai turisti che durante l’estate soggiorneranno nei nostri paesi.

In base a queste considerazioni chiediamo al Sindaco:

  • come intende affrontare il problema e di conseguenza agire per ripristinare una certa normalità nella raccolta dei rifiuti, augurandoci che la riorganizzazione non sia una manovra subdola per avallare la scelta dell’incenerimento;
  • come si intende affrontare il problema nei prossimi mesi quando nel nostro territorio saranno presenti i turisti che non conoscendo le nuove modalità di raccolta potrebbero essere tentati ad abbandonare i loro rifiuti accanto ai cassonetti aumentando ancora di più i disagi ai cittadini e togliendo decoro ai centri abitati e ancor più alle zone periferiche e di campagna.

Invitiamo il Sindaco a prendere atto di quanto richiesto ed a riferire con risposta scritta in Consiglio comunale“.

Continua a leggere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Back to top button