GrossetoPolitica

Reddito di cittadinanza, Fratelli d’Italia: “Il Comune applichi Progetti utili alla collettività”

“Ho depositato una mozione per impegnare giunta e amministrazione comunale affinchè pongano in essere quanto prima ogni azione utile e necessaria per la presentazione di Progetti utili alla collettività, rispondenti alle reali esigenze del nostro Comune”.

A dichiararlo è Paolo Raspanti, consigliere comunale di Fratelli d’Italia a Scarlino.

“Con questo atto legislativo – spiega Raspanti, il Comune di Scarlino ha la possibilità di avviare i Progetti utili alla collettività (Puc) e definire le attività che i beneficiari del reddito di cittadinanza andranno a svolgere, visto che secondo i dati Inps disponibili i percettori di reddito di cittadinanza e pensione di cittadinanza in provincia di Grosseto ammonterebbero, salvo errori o rettifiche, a circa 2.429 nuclei, interessando oltre 4.900 persone, dato riferito a novembre 2021″.

“I percettori di reddito di cittadinanza – prosegue il consigliere di Fratelli d’Italiapotranno così essere impiegati per svolgere attività a favore della collettività in ambiti culturali, sociali, ambientali e di tutela dei beni comuni, contribuendo così alla costruzione di una comunità migliore. I progetti dovranno essere poi effettuati presso il comune di residenza del percettore del reddito di cittadinanza.  Inoltre, il Decreto ministeriale stabilisce che se il beneficiario del reddito di cittadinanza non aderisce al progetto proposto, ne è disposta la decadenza. L’adesione al progetto va intesa non solo al momento dell’assegnazione, ma anche in itinere. In particolare, appare opportuno qui definire quando la mancata partecipazione con continuità al progetto può definirsi come mancata adesione”.

“In definitiva, con questa mozione – conclude Paolo Raspanti, chiedo al sindaco e alla Giunta comunale di realizzare celermente qualsivoglia forma di comunicazione e coinvolgimento nei confronti dei beneficiari del reddito di cittadinanza presenti nel nostro comune, controllare e monitorare l’effettiva partecipazione ai Puc dei residenti nel Comune di Scarlino che percepiscono il reddito e darne notizie periodiche al consesso consiliare”.

Continua a leggere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Back to top button