Pubblicato il: 26 Febbraio 2016 alle 12:05

FollonicaPolitica

Post su Facebook di un dipendente, FdI: “Frasi offensive verso gli elettori, il Comune intervenga”

Abbiamo ricevuto e pubblichiamo integralmente un comunicato congiunto di Fratelli d’Italia e Gioventù Nazionale di Follonica:

“Questo comunicato lo scriviamo non tanto come Fratelli d’Italia, ma come cittadini indignati da alcune frasi a nostro avviso indecorose.

‘[…] Gli scemi votano Renzi, i boccaloni e i post fascisti votano Grillo (che alla fine non li voterà neanche più lui). Quelli di destra sono inferiori culturalmente (se l’ha detto Eco è vero!), con buona pace di quegli imbecilli di Casa Pound… e della Lega’: questo scrive sul proprio profilo Facebook Nicola Giordano, dipendente del settore finanziario presso l’ufficio eventi. Sinceramente non ci saremmo mai aspettati di dover difendere anche coloro che siedono negli scranni opposti ai nostri, ma certamente non sarà l’appartenenza politica differente a fermarci.

Ci chiediamo come possa un dipendente comunale, il cui stipendio deriva anche dalla tassazione dell’elettorato che ha offeso, fare certe sparate senza dover rendere conto di niente a nessuno.

Come farebbe Giordano, e tutto il municipio Follonichese, senza le tasse di quei cittadini tanto disdegnati?.

Vogliamo dunque rendere noto alle istituzioni competenti di tale comportamento, a nostro avviso scorretto, dove si crea, per chissà quale astratta dottrina politica, una piramide social-elettorale (decisamente inesistente).

Chiediamo che nessun cittadino si possa sentire disprezzato, venendo relegato a cittadino di serie A o serie B a secondo del proprio credo politico. Come Fdi chiediamo che tutti possano venire rappresentati dalla macchina comunale senza differenze.

Poniamo inoltre un ultimo interrogativo al sindaco ed all’assessore alla cultura:  non è forse meglio chiedere scusa a quell’enorme fetta di cittadinanza tanto disprezzata da un proprio dipendente, che fra l’altro dovrebbe rappresentare la cultura dentro il municipio, dato il proprio ruolo, e ritirargli qualsiasi carica riguardante la cultura?“.

Tag
Mostra di più

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Pulsante Torna su