Pubblicato il: 14 Luglio 2020 alle 7:43

Politica

Sanità, Forza Italia: “Ospedale messo in ginocchio dai tagli, Asl e Regione giocano con la salute dei cittadini”

Sandro Marrini, coordinatore provinciale di Forza Italia, torna a focalizzare l'attenzione sulla sanità maremmana

La manifestazione dell’Usb di fronte all’ospedale di Castel del Piano ha messo ancora una volta in evidenza l’opera di smantellamento dei nosocomi periferici da parte di Asl e Regione Toscana“.

Sandro Marrini, coordinatore provinciale di Forza Italia, torna a focalizzare l’attenzione sulla sanità maremmana e non usa mezze misure per denunciare le criticità del settore.

L’ospedale di Castel del Piano rappresenta un presidio fondamentale per la zona dell’Amiata – sottolinea Marrini, ma tale circostanza sembra non essere stata compresa dai vertici dell’Azienda sanitaria e tantomeno dalla Giunta regionale a trazione Pd guidata da Enrico Rossi. Un intero reparto, con 14 posti letto di fatto inutilizzati, è ormai chiuso da due anni, altri posti letto sono stati tagliati drasticamente, il personale medico è stato ridotto all’osso, mentre il laboratorio analisi è stato progressivamente depotenziato. Inoltre, la Radiologia è costretta ad utilizzare la telemedicina a causa della carenza di organico. La struttura va avanti solamente grazie ai sacrifici e alla professionalità dei pochi sanitari rimasti, ma, come accade anche in altri nosocomi maremmani, la mannaia che si è abbattuta anche sulla sanità amiatina vede come vittime sacrificali gli utenti del territorio”.

Molti cittadini, infatti, sono costretti ad effettuare esami o interventi in altri ospedali della provincia di Grosseto – continua il coordinatore provinciale di Forza Italia. E’ facile immaginare i disagi per questi pazienti, obbligati a macinare chilometri per una visita, ma anche per i loro parenti, che hanno l’ovvio desiderio di star vicini ai loro cari in queste situazioni delicate. Alla manifestazione dell’Usb erano presenti anche alcuni esponenti del Pd locale e alcuni sindaci di centrosinistra. Ecco, è paradossale che a questa protesta si siano uniti degli iscritti ad un partito che è fra i principali responsabili dei tagli alla sanità maremmana. Sarebbe anche l’ora che questi personaggi sensibilizzassero il loro partito affinché mettesse fine a questo scempio pianificato sulla pelle dei cittadini“.

Per fortuna, tra poco più di due mesi sono in programma le elezioni regionali – termina Marrini -. I cittadini maremmani avranno quindi l’opportunità di rovesciare il governo della Toscana e di affidare ad una giunta di centrodestra la guida della Regione. Un cambio di passo è assolutamente necessario per valorizzare come si deve il nostro territorio e per tutelare le eccellenze sanitarie di cui possiamo vantarci, ma che sono state messe all’angolo da Rossi e dal suo esecutivo“.

Tag
Mostra di più

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Pulsante Torna su