Agricoltura

Coronavirus: procedure più snelle e pagamenti veloci per i fondi del Piano di sviluppo rurale

Le novità si applicano a tutte le misure che prevedono contributi (in media del 40%) per gli investimenti effettuati

Un pacchetto di innovazioni per garantire procedure più snelle e pagamenti più rapidi per i contributi legati ai bandi del Piano di sviluppo rurale. Lo ha messo a punto Artea, l’agenzia regionale per i pagamenti in agricoltura, per rispondere alle esigenze legate all’emergenza coronavirus.

Le novità si applicano a tutte le misure che prevedono contributi (in media del 40%) per gli investimenti effettuati dagli agricoltori, dagli agriturismi e dalle aziende di trasformazione agro-alimentare, dove condizione essenziale è l’effettuazione del cosiddetto “collaudo” dell’investimento con un apposito sopralluogo in azienda.

Grazie a questi provvedimenti  verranno accelerate le fasi finali di liquidazione del contributo per gli investimenti realizzato con l’opzione, eventuale, di svolgere le visite aziendali solo dopo aver effettuato il pagamento del contributo spettante. Saranno inoltre messi in atto sistemi per velocizzare la liquidazione dei pagamenti, pagando non solo a termine della realizzazione degli interventi finanziati, ma anche a stati di avanzamento senza la necessità di garanzia fideiussoria.

Queste procedure nuove – ha evidenziato l’assessore regionale ad agricoltura e foreste Marco Remaschi ci permettono di fronteggiare l’emergenza, dando risposte più rapide agli agricoltori, ma potranno in molte parti essere confermate anche dopo, per continuare l’opera di sburocratizzazione portata avanti in questi anni”.

I cambiamenti si sono resi necessari poiché l’emergenza non permette di svolgere da parte degli uffici periferici regionali gli accertamenti previsti per legge presso la aziende agricole. La nuova procedura, in considerazione dell’esigenza ridurre al minimo i contatti e i rischi di contagio, ma anche quello di semplificare e velocizzare i pagamenti, permette la definizione e la predisposizione dell’importo in liquidazione all’azienda a seguito di esclusivo specifico controllo amministrativo, senza l’effettuazione della visita all’azienda agricola (che potrà essere effettuata in un secondo tempo) e tramite l’utilizzo della tecnologia.

Particolarmente utile sarà l’utilizzo di foto georefenziate non modificabili, caricabili sul sistema Artea (https://www.artea.toscana.it/) ed eseguibili tranquillamente con smartphone in azienda o in campo. Tali foto saranno utilizzabili eventualmente anche per altri scopi: ad esempio la redazione dei piani di coltivazione grafici necessari per tutte le domande di aiuti pubblici (dalla domanda Pac a quella del gasolio agevolato), facilitando così le attività a carico degli agricoltori.

Continua a leggere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Back to top button