Home Cultura & Spettacoli Favorire la conoscenza e il dialogo tra le persone: la “Human Library” sbarca in biblioteca

Favorire la conoscenza e il dialogo tra le persone: la “Human Library” sbarca in biblioteca

L'iniziativa è in programma mercoledì 24 aprile a Follonica

di Redazione
0 commento 103 views

Follonica (Grosseto). Mercoledì 24 aprile, a partire dalle 16.30, alla Biblioteca della Ghisa di Follonica, viene organizzato un evento per la cittadinanza, la “Human Library“, già realizzato in passato con la scuola secondaria di primo grado e con il Liceo delle scienze umane. Questa volta il progetto viene proposto a tutti i cittadini e le cittadine di Follonica che potranno confrontarsi con altre persone attraverso la conoscenza e il dialogo.

La “Human Library”

La Human Library, la “biblioteca umana” o “biblioteca vivente”, prende spunto da un’iniziativa nata in Danimarca nel 2000 e da allora diffusa in moltissimi Paesi. Funziona come una qualunque biblioteca, ma, anziché prendere in prestito un libro, ci possiamo far raccontare da una persona disponibile la propria storia. I libri sono le persone narranti, l’ascolto e l’incontro rappresentano il prestito, l’ascoltatore è il lettore, il catalogo è formato dai titoli e sottotitoli che sintetizzano l’argomento della storia. Il lettore sceglie la persona con cui parlare dal catalogo dei libri disponibili, si siede di fronte a questa e si dispone all’ascolto, al termine del quale può interagire con domande e opinioni personali.

Nasce dal fatto che di solito non c’è mai il tempo per parlare con le persone, per capire chi veramente siano, per questo le incaselliamo e le giudichiamo più sulla base di un pregiudizio che della conoscenza reale. Stare seduti uno di fronte all’altro, avere un tempo e uno spazio dedicati all’ascolto, avvicina le persone, abbatte la diffidenza, promuove il dialogo. Con la “Human Library” vengono create connessioni per favorire l’empatia, per sospendere il giudizio, per stabilire un contatto con l’altro, per aumentare la conoscenza su realtà che subiscono ogni giorno atteggiamenti di discriminazione. Anche se è difficile cambiare le opinioni più radicate, può essere utile per mantenere una mente più aperta, favorire l’inclusione sociale, superare gli stereotipi.

“Un’iniziativa già proposta l’anno scorso, incredibilmente vera – afferma Claudia Mori, direttrice della biblioteca di Follonica -. In un’epoca in cui è difficile riconoscere l’autenticità nelle storie e nelle persone, in cui si tende a raccontarsi per quello che vorremmo essere più che per come siamo, qui abbiamo l’occasione di ascoltare senza filtri storie di persone speciali. Come i libri fanno uso delle parole per narrare fatti, dolore, sentimenti, emozioni, paure, i narratori e le narratrici, con un coinvolgimento che sarà difficile dimenticare, ci aiuteranno a fermarci per qualche minuto, dandoci finalmente l’opportunità di metterci in discussione e di ritrovare la misura delle cose (e forse, speriamo, anche ad abbattere qualche pregiudizio)”.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

* Utilizzando questo form si acconsente al trattamento dati personali secondo norma vigente. Puoi consultare la nostra Privacy Policy a questo indirizzo

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ti potrebbero interessare

Le tue preferenze relative alla privacy
Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione. Cliccando su accetta si autorizzano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su rifiuta o la X si rifiutano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su personalizza è possibile selezionare quali cookie di profilazione attivare.
Attenzione: alcune funzionalità di questa pagina potrebbero essere bloccate a seguito delle tue scelte privacy