Follonica, sabato riapre la pineta di Ponente

Sono terminati i lavori di rigenerazione della pineta di Ponente e di messa a dimora di nuovi alberi. Lo storico parco cittadino riaprirà le proprie porte sabato 23 marzo alle 16.30 ed è pronto ad accogliere nuovamente le bambine e i bambini, ma anche i più grandi, che in questi anni hanno contribuito a rendere la Pineta una vera e propria istituzione per follonichesi e non.

I lavori in Pineta erano iniziati a novembre 2018 con l’obiettivo di sostituire i pini malati e danneggiati dalle forti raffiche di vento dell’ottobre scorso con alberi giovani in grado di garantire al parco, e a chi lo vivrà, un futuro.

“Un progetto che ha visto la messa a dimora di 26 tra pini domestici e pini di Aleppo, 32 lecci e 84 frassini. Queste ultime piante sono state sistemate lungo il perimetro del parco, in modo da evitare che le radici dei pini, note per creare problemi al manto stradale, possano danneggiare le strade adiacenti – dichiara il vicesindaco Pecorini -. A questi si sono aggiunte le piantine di pino fornite dall’unità territoriale dei carabinieri per la biodiversità di Follonica e tutta la parte di pini e di lecci oggetto di taglio selettivo per la crescita delle piante presenti, sempre da parte dell’Utb di Follonica. Nel parco inoltre è stato installato un sistema di irrigazione che permetterà alle piante di crescere”.

“Una pineta di nuovo accessibile a tutti – conclude il sindaco Benini giochi inclusivi per tutti i bimbi, la struttura del minigolf ormai tornata ad essere un punto di riferimento e aggregazione, la struttura ex Sestante che entro quest’anno sarà di nuovo aperta. E ancora llanimazione col progetto Da Est a Ovest, che anche per questa estate è confermato. La videosorveglianza inoltre è già attiva. Siamo soddisfatti degli interventi e non ci resta che inaugurare con tutti i bimbi follonichesi ai quali sarà offerta una merenda”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Top