FollonicaPolitica

Follonica nel Cuore: “No al 5G, non è tempo di politiche azzardate per il profitto economico”

Come movimento civico concordiamo su quanto apparso qualche giorno fa sugli organi di stampa a firma di Vivarelli Colonna che, con un’ordinanza, vieta l’installazione di impianti che utilizzano la tecnologia 5G sul territorio del Comune di Grosseto”.

A dichiararlo, in un comunicato, è Follonica nel Cuore.

“In questo periodo di grande incertezza crediamo che uno dei pochi lati positivi di questa emergenza globale sia la riscoperta di alcuni principi di vita che avevamo dimenticato: la cautela e l’importanza della scienza. Ed è appunto su questi principi che si basa l’ordinanza di Vivarelli Colonna – continua la nota -. Le informazioni che abbiamo in merito al 5G sono controverse, non esistono ancora studi scientifici comprovati che documentano gli effetti reali delle onde magnetiche sulla nostra salute, non conosciamo le conseguenze sulla privacy di ognuno di noi, rischiamo di danneggiare l’ambiente in cui viviamo ancor più di quanto abbiamo già fatto lasciando il campo libero ad altre tragedie ecologiche e forse persino sanitarie“.

“Cautela è la parola d’ordine ed è per questo che, non solo appoggiamo la decisione del sindaco di Grosseto, ma ci appelliamo al buonsenso del Comune di Follonica e di tutti i Comuni del nostro territorio al fine di sensibilizzarli in via cautelativa perché sospendano anch’essi, se non l’hanno già fatto, l’installazione di tali impianti.  Il 5G ci esporrebbe quotidianamente a radiazioni wireless di cui al momento ignoriamo gli effetti collaterali, aspettiamo di saperne di più. Non è tempo di azzardi e di politiche fondate sui favoritismi macro economici a discapito della comunità – termina Follonica nel Cuore -. Proviamo ad imparare da ciò che il Covid-19 ci insegna ogni giorno, affidiamoci alla scienza, alla ricerca, prendiamo decisioni ponderate sulla base di studi comprovati, non accontentiamoci di informazioni frammentarie e discordanti, pensiamo prima alla salute nostra e del nostro pianeta. Questa è la lezione del virus e se non la impariamo subito avremo sprecato un’occasione irripetibile“.

Continua a leggere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Back to top button