Follonica

Follonica: il Gruppo di Maggioranza interviene sul Consiglio comunale di martedì scorso

Abbiamo ricevuto e pubblichiamo integralmente un comunicato del Gruppo consiliare di Maggioranza in merito al Consiglio comunale di Follonica che si è svolto martedì scorso:

“La seduta del Consiglio Comunale del 2 ottobre  2012 ha offerto numerosi spunti di riflessione sull’azione amministrativa posta in essere dalla maggioranza di governo.

Ci riferiamo in particolare alla discussione effettuata a porte aperte in merito agli avvisi di garanzia recentemente notificati ad alcuni Amministratori e Dirigenti del Comune di Follonica.

Questo tema ha dato vita ad un forsennato tamtam mediatico con interventi continui sulla stampa e sui principali social network,  finalizzato esclusivamente a destabilizzare il governo della città.

Questa volta sono venuti a mancare solo gli “striscioni e le pentole” che, seppure mezzi legittimi per cercare di attirare l’attenzione su specifiche tematiche, senza ombra di dubbio si sono rivelati inefficaci rispetto all’obiettivo prefissato.

Inefficace si è dimostrata soprattutto la campagna diffamatoria di gruppi  politici di recente formazione e di personaggi, probabilmente rappresentativi solo di se stessi,  alla ricerca di spazi e di una nuova verginità all’interno del contesto politico follonichese, bravi solo a diffondere notizie spesso prive di fondamento (vedi i numerosi interventi sul Parco Centrale) e ad apostrofare in modo vergognoso i componenti dell’Amministrazione.

Il Consiglio Comunale aperto ha dimostrato chiaramente che il Sindaco Baldi e l’Amministrazione non hanno niente da nascondere ai propri cittadini e che rimane ferma la volontà di continuare il percorso finalizzato al perseguimento degli obiettivi sui quali si basa il “progetto politico” voluto dalla maggioranza dei follonichesi.

Ed è proprio nella consapevolezza delle difficoltà legate al nostro contesto politico – aggravate da una crisi economica di portata mondiale – che riteniamo opportuno ribadire il sostegno incondizionato alla Giunta Baldi ed a tutta la struttura amministrativa dell’Ente, certi che gli organi inquirenti faranno luce una volta per tutte sulla “vera verità”, oscurando i pregiudizi di coloro che ormai da tempo hanno pronunciato  condanne politiche definitive.”

Continua a leggere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Back to top button