Follonica

Follonica: disponibile il Bilancio di previsione 2012 per il cittadino

È disponibile all’Urp del Comune di Follonica la pubblicazione del Bilancio di previsione 2012 per il cittadino.

“E dopo la pubblicazione del Rendiconto di gestione anno 2011 per il cittadino (approvato nel Consiglio Comunale dell’undici giugno scorso), l’amministrazione comunale sceglie di diffondere il più possibile i dati dell’ente – afferma l’assessore alla comunicazione, Davide Novelli,  attraverso una pubblicazione facilitata del Bilancio di previsione 2012 per il cittadino, in pratica una versione leggibile del Bilancio approvato dal Consiglio comunale il 31 agosto 2012. Questo strumento di comunicazione basato sul bilancio di previsione, di per sé di difficile comprensione, offre una lettura dei dati piuttosto agevole e la possibilità di valutare le scelte di Giunta e Consiglio”.

Oltre a fornire una fotografia del territorio comunale (superficie complessiva, strutture per bambini e per anziani, popolazione, famiglie, dipendenti ed alunni),  il Bilancio al cittadino offre una piccola rappresentazione della distribuzione della popolazione in classi di età, del flusso migratorio e del saldo naturale. E’ interessante notare come il 5,46% della popolazione abbia meno di 6 anni; lievemente più alta la percentuale dell’età scolare (tra i 7 e i 14 anni), mentre per l’età dai 15 ai 29 anni si passa ad un 12,68%; il  24,26%  è rappresentato dagli over 65, ma la fascia di età più rappresentata è quella che va dai 30 ai 65 anni (51,62%).

Questi dati sono importanti per valutare il quadro socio-demografico nel quale l’amministrazione va ad incidere in merito ai servizi pubblici ed ai bisogni della popolazione. All’interno dell’opuscolo informativo, viene riservato un dettagliato spazio alle aliquote (Imu, Tassa di soggiorno, Rifiuti solidi urbani, servizio di trasporto scolastico, mensa, asili nido e parcheggi) e, ovviamente, all’analisi del bilancio di previsione, che fornisce un’informazione sintetica delle attività che il comune vuole sviluppare nell’esercizio in corso. Vengono infatti definite e descritte le quattro componenti del Bilancio: parte corrente, investimenti, movimento fondi, servizi in conto terzi.

“Di per sé la lettura del Bilancio è solo per gli addetti ai lavori, per la ovvia difficoltà nella lettura di dati contabili. In questo opuscolo, disponibile all’Urp ed anche online, è possibile riscontrare sostanzialmente tutta l’attività dell’ente, ovviamente con dati aggregati ma sufficientemente chiari”. conclude l’assessore al bilancio, Donatella Rapezzi.

Continua a leggere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Back to top button