FollonicaNotizie dagli Enti

Follonica è un “Comune ciclabile”: ottenuta la bandiera gialla per il quarto anno di fila

Sono state consegnate virtualmente questa mattina, nell’ambito di una partecipata cerimonia online, le prime 51 bandiere gialle 2021 della ciclabilità italiana: entra così nel vivo la quarta edizione di FIAB-ComuniCiclabili, il riconoscimento della Federazione italiana ambiente e bicicletta che valuta e attesta il grado di ciclabilità dei Comuni italiani, accompagnandoli in un percorso virtuoso verso politiche bike friendly.

L’iniziativa, che fino ad oggi ha coinvolto oltre 140 Comuni italiani (che con quasi 9,5 milioni di abitanti rappresentano il 15,64% della popolazione italiana), ha ottenuto per il 2021 il patrocino del Ministero delle infrastrutture e dei trasporti e del Ministero dell’ambiente.

Il riconoscimento FIAB-ComuniCiclabili attribuisce alle località e ai loro territori un punteggio da 1 a 5 assegnato sulla base di diversi parametri e rappresentato da altrettanti “bike-smile” sulla bandiera.

Per accedere al riconoscimento il Comune deve possedere almeno un requisito in tre delle quattro aree di valutazione: uno nell’area “mobilità urbana” (ciclabili urbane /infrastrutture e moderazione traffico e velocità), uno nell’area “governance” (politiche di mobilità urbana e servizi), uno nell’area “comunicazione & promozione”, mentre non è obbligatorio per la valutazione d’accesso il requisito nell’area “cicloturismo”.

Gli ulteriori parametri presenti nel territorio e/o nelle attività dell’amministrazione in relazione ai quattro ambiti di valutazione contribuiscono alla definizione del punteggio che viene assegnato al ComuneCiclabile.

Il momento di consegna dell’attestazione di ComuneCiclabile 2021 e della comunicazione dei bike-smile attribuiti a ciascun Comune (sia per le 5 nuove realtà, tra le quali Ancona, sia per gli altri 46 Comuni che hanno già rinnovato la loro presenza nella rete a inizio anno), è stato preceduto dall’intervento dell’italiano Giuseppe Grezzi, assessore alla mobilità di Valencia, che ha illustrato i virtuosi progetti messi in campo nella città spagnola, divenuta un modello di metropoli bike-friendly a livello internazionale.

“La pandemia ha innescato quella rivoluzione bici che nel nostro Paese si faceva ancora attendere. La salute è diventata una priorità e la bicicletta rende la vita quotidiana salutare, in più consente anche il distanziamento, indispensabile finché perdurerà l’epidemia. Anche a livello istituzionale c’è una inedita attenzione in tema di mobilità e sviluppo della ciclabilità urbana, come dimostrato dal bonus bici e dalle novità normative varate negli ultimi mesi. L’introduzione nel Codice della Strada di corsie ciclabili, strade ciclabili, case avanzate bici ai semafori, doppio senso ciclabile e strade scolastiche ci avvicinano finalmente ai Paesi europei più virtuosi – dichiara Alessandro Tursi, presidente della Fiab -. Attraverso l’iniziativa ComuniCiclabili Fiab accompagna le amministrazioni nell’adottare politiche a favore della mobilità in bicicletta, valutando e valorizzando quanto già fatto e, oggi più che mai, le incentiva a fare sempre meglio tenendo in considerazione l’oggettivo cambiamento in atto che vede la bici strumento protagonista del binomio rilancio economico-riconversione verde”.

Per il quarto anno consecutivo otteniamo i 3 bike smile Fiab – sostiene l’assessore alle mobilità del Comune di Follonica, Mirjam Giorgieri -. Siamo stati il primo Comune toscano ad aderire alla rete de Comuni ciclabili e quest’anno siamo stati il primo Comune italiano ad aderire a Ciab, il Club delle imprese amiche della bicicletta, segno della chiara volontà dell’amministrazione di investire in mobilità sostenibile. La nostra visione della Follonica del futuro è chiara: una città costruita a misura di cittadino, che abbatta le barriere architettoniche e promuova l’uso di mezzi di trasporto a impatto zero, sia per gli spostamenti casa-scuola e casa- lavoro, che per le merci. Per questo stiamo lavorando su più piani: da un lato l’avvio del procedimento per scrivere e approvare il Pums (Piano urbano della mobilità sostenibile) e sulla progettazione del tratto cittadino della Ciclovia Tirrenica, dall’altro il rinnovo dell’incentivo per l’acquisto di bici elettriche, l’acquisto di 4 bici elettriche per Polizia Municipale e dipendenti comunali e l’idea di investire per poter collegare la città di Follonica al Parco di Montioni. Ringrazio la Fiab nazionale, che ogni anno alza l’asticella per questo riconoscimento, permettendoci di misurarci e confrontarci con altre realtà virtuose, come la città di Valencia, e la Fiab Grosseto che collabora con noi per promuovere l’uso della bicicletta in città“.

Continua a leggere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Back to top button