FollonicaPolitica

5 milioni dal Pnrr per Senzuno, Follonica a Sinistra: “Occasione per altri progetti per la città”

“La notizia ormai è sulla bocca di tutti e anche noi vogliamo congratularci con chi ci ha creduto. Con gli amministratori comunali, che già nel 2018 stavano maturando questa riqualificazione dello storico quartiere follonichese, e poi con i progettisti e soprattutto con i dipendenti del Comune, che hanno saputo intercettare il finanziamento nazionale. I lavori adesso partiranno subito, cominciando da via della Repubblica, cuore centrale del quartiere”.

Attraverso un comunicato, Follonica a Sinistra commenta l’aggiudicazione di 5 milioni di euro del Pnrr da parte del Comune di Follonica per la riqualificazione del quartiere Senzuno.

“Ovviamente adesso fioccheranno le discussioni e, da parte di qualche invidioso e polemicone, le critiche. Perché i cantieri portano inevitabilmente disagi, come rumore, polvere e cambiamenti temporanei della viabilità – continua la nota -. Però i progetti si giudicano per come sono scritti sulla carta e poi per il risultato finale: in corso d’opera è facile lanciare critiche. Quindi siamo fiduciosi e vogliamo vedere quanto prima l’inizio dei lavori. Tra l’altro la progettualità di Senzuno è stata largamente condivisa con i residenti e gli operatori commerciali del quartiere: non a caso i progetti, presentati due volte pubblicamente, nel maggio 2019 in campagna elettorale e poi di nuovo nel maggio 2021, hanno subito modifiche, tenendo conto dei suggerimenti dei cittadini”.

“Oggi, in ogni caso, si parte, senza ulteriore indugio e non dovendo ricorrere all’accensione di mutui – prosegue il comunicato -. I soldi ci sono e così possiamo liberare risorse anche per altre opere pubbliche. Ne ricordiamo alcune che sono inserite nelle linee di mandato e che attendono la realizzazione, seppur siano a diverso stadio di avanzamento. Si è già parlato della sistemazione delle vie dell’area industriale-artigianale, cuore produttivo della città. Un rifacimento utile per ribadire ancora una volta che Follonica ha un’economia mista: la diversificazione tra turismo, artigianale, industriale e servizi va assolutamente difesa e incentivata. Inoltre è importante ribadire la necessità del rifacimento dell’area di fronte al teatro nell’area dell’ex Ilva. Così come necessita ancora un progetto, previsto in perequazione con un privato, l’idea del sovrappasso di attraversamento della ferrovia a Cannavota tra la zona industriale e via Sanzio. Inoltre, c’è bisogno anche della realizzazione del progetto per la realizzazione dell’area sagre, come inserito da linee di mandato di questa amministrazione comunale, che consentirebbe di vivere a pieno la ripartenza per le attività sociali, quando sarà finita la pandemia, sul modello delle aree sagre presenti a Scarlino, Riotorto e Valpiana. Follonica è una città ad alta vocazione sociale con un fitto associazionismo, di volontariato e sportivo, che attende la realizzazione di un’opera di questo tipo”.

“Dunque, andiamo avanti così, con lo stesso metodo di partecipazione e dialogo tra amministrazione comunale, forze politiche, associazioni e cittadini, come abbiamo messo in campo per questo bel successo a Senzuno. Il nostro obiettivo nel medio termine è quello di intercettare altri fondi provenienti da bandi pubblici. Questo lo possiamo fare con una struttura amministrativa efficiente e che produca progetti. Anche per questo sosteniamo lo sforzo di tutta la giunta in generale – termina la nota, e del nostro assessore Francesco Ciompi in particolare, per ampliare la pianta organica dell’amministrazione comunale”.

Continua a leggere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Back to top button