Scuola

Asili nido comunali, Flc Cgil: “I figli degli insegnanti discriminati dal regolamento comunale”

«Il nuovo regolamento comunale di accesso agli asili nido penalizza pesantemente i professori della scuola secondaria – sottolinea il segretario della Flc Cgil, Cristoforo RussoIn questi giorni, infatti, abbiamo ricevuto molte segnalazioni da colleghe e colleghi i cui bambini sono stati esclusi dall’accesso alle strutture comunali per l’infanzia per aver ottenuto un punteggio troppo basso.

Il problema è di natura tecnica. Aver scelto di non attribuire nessun punteggio a chi per contratto lavora al di sotto delle 20 ore settimanali, ha tagliato automaticamente fuori gl’insegnanti full time che hanno un orario curriculare formale di 18 ore settimanali, ma a fronte di un orario effettivo di lavoro che settimanalmente supera di gran lunga il limite messo dal comune, comprensivo di programmazione individuale e collettiva, riunioni, formazione, correzione dei compiti e tutta una serie di altre incombenze obbligatorie che quasi sempre devono essere svolte in orari ben definiti. Con questa rigidità applicativa i figli di questi lavoratori, così, si trovano beffati perché non ottenendo alcun punteggio a questa voce, rimangono esclusi dalla graduatoria di accesso ai servizi. Non vogliamo entrare nel merito delle valutazioni politiche che hanno portato il comune di Grosseto a redigere questo nuovo regolamento, ma chiediamo all’Amministrazione di trovare la formula per considerare la quantità reale delle ore di lavoro effettivamente svolte dagli insegnanti al fine di non creare a monte un’ingiusta discriminazione, come invece sta accadendo».

Continua a leggere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Back to top button