Servizi educativi, dalla Regione oltre 13mila euro a Capalbio: saranno impiegati per il centro giochi

La Giunta regionale della Toscana, con delibera n. 1223/2018, ha approvato il piano di riparto a favore delle amministrazioni comunali dei fondi statali messi a disposizione nell’ambito del Piano di azione nazionale pluriennale per la promozione del sistema integrato dei servizi di educazione e istruzione per le bambine e i bambini dalla nascita fino a 6 anni.

Al Comune di Capalbio, secondo il riparto pervenuto, sono stati assegnati 13.750,76 euro. La Giunta nei giorni scorsi ha approvato il progetto per l’utilizzo di queste risorse impegnandole nel centro giochi educativo “Hip Hip Urrà” di Capalbio scalo. Il centro gioco educativo rientra nelle tipologie dei servizi complementari per la prima infanzia come definiti dalla Legge della Regione Toscana n. 32/02 e dal successivo Regolamento di attuazione n.47/R/2003.

E’ uno spazio finalizzato a far vivere ai bambini occasioni di gioco e di socializzazione, conoscere ambienti e materiali diversi, sperimentare modelli educativi nell’incontro con altre figure adulte e, soprattutto, favorire la capacità di gestire spazi di autonomia rispetto al genitore, nelle relazioni con i coetanei.

“‘Hip Hip Urrà’, per la sua caratteristica di apertura, ha assunto in questi anni un valore molto importante come offerta formativa per le famiglie, offrendo risposte di continuità e regolarità garantendo relazioni stabili fra bambini e fra bambini e adulti – spiega il sindaco di Capalbio, Luigi Bellumori -. Tenuto conto delle risorse a disposizione, l’idea progettuale sulla quale ha lavorato la Giunta prevede un sostanziale ampliamento del servizio, dando la possibilità a più famiglie di accedere in un’ottica di ottimizzazione delle attuali risorse messe a disposizione. Un servizio quindi pomeridiano, con un prolungamento dell’apertura fino alle 16.00“.

Il progetto è già stato inoltrato alla Regione Toscana – Direzione Istruzione e Formazione – per la validazione e nei prossimi giorni sarà illustrato ai genitori dei bimbi che frequentano il centro giochi educativo ed in quell’occasione sarà valutata anche l’apertura nei mesi estivi di luglio e agosto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Top