Pubblicato il: 31 Luglio 2019 alle 11:11

AmiataCultura & Spettacoli

“Rock Fiora on Fire”, ecco il festival di musica rock: in programma tre concerti

Domenica 4 agosto, all'auditorium del parco della Peschiera, si terrà la prima edizione di "Rock Fiora on Fire"

Santa Fiora si conferma la città della musica e dell’acqua: domenica 4 agosto, all’auditorium del parco della Peschiera, si terrà la prima edizione di “Rock Fiora on Fire“, un nuovo festival della musica rock ideato da due giovani del posto – Corrado Martellini e Andrea Manni – e organizzato dalla Filarmonica di Santa Fiora, in collaborazione con il Comune. Ingresso libero.

Si esibiranno dal vivo gli Aabu, da Bologna, Leletronika di Piancastagnaio e infine La Gabbia di Bologna.

Proponiamo a Santa Fiora il primo festival di stampo rock interamente dedicato alla musica originale – sottolineano gli organizzatori Corrado Martellini e Andrea Manni –: infatti non ospiteremo le coverband, ma giovani gruppi emergenti“.

Questo Festival dedicato alla musica rock – commenta il sindaco Federico Balocchi andrà ad arricchire e a diversificare l’offerta musicale di qualità proposta nel borgo di Santa Fiora, nei diversi periodi dell’anno. Credo che la nostra sia una delle realtà più vive e dinamiche dal punto di vista della produzioni di eventi musicali, che legano il proprio nome al territorio. La musica del resto è nel nostro dna: tra la Filarmonica Gioberto Pozzi, la corale Padre Corrado Vestri, e il Coro dei Minatori, non c’è una famiglia, a Santa Fiora, in cui non si respiri musica tutto l’anno. Quello dei festival musicali è un circuito interessante e sul quale stiamo investendo per il potenziale che ha anche dal punto di vista turistico”.

Il festival “Rock Fiora on Fire” apre i battenti alle 17.30 con gli stand dedicati alla musica, dove sarà possibile acquistare maglie e altri gadget e i cd delle band, che si esibiranno nel corso della serata. Ci saranno bancarelle con stampe e altri oggetti a tema rock. All’interno dello spazio del festival, inoltre, sarà possibile degustare bevande, drink e birre artigianali.

I motori si scalderanno a partire dalle 20, con i tre concerti dal vivo: si parte con gli Aabu, un quintetto indie rock bolognese dal sound duro e graffiante. Nel 2016 pubblicano il loro primo disco “Basta scegliere” che riceve una buona accoglienza ed è accompagnato da un tour dove gli Aabu condividono il palco con molti artisti del panorama musicale italiano (I Ministri, Ex.Otago, La Colpa, Les Enfants, solo per citarne alcuni). Nel 2018 avviano una campagna di crowdfunding e realizzano il secondo disco “Abbiamo ancora bisogno di urlare”.

Alle 21, gli Aabu lasciano il palco a Leletronika di Piancastagnaio, una crew, progetto di musica Drum & bass rock, nato da Gabriele Coppi leader e produttore della band e i Tronika, la band di cui Lele si avvale per portare in live le sue produzioni indipendenti.

Il fuoco sarà protagonista con lo spettacolo pirotecnico, a cui seguirà, a partire dalle 22.20, il terzo concerto dal vivo con la Gabbia from bologna. Nata nel 2016, la band, con le sue prime 3 canzoni inedite, vince la finale a Zona Roveri (Bologna) del Csa (Centro sviluppo artisti) Suona Diverso 2016, aggiudicandosi così la possibilità di suonare a Palazzo Laderchi in occasione del Mei 2016 (Faenza) e al Bedford Theatre di Londra per il London Showcase. A settembre 2017 si affacciano nel panorama musicale con il singolo e videoclip “Lasciami, respiro”. Segue “BruciareVivo” l’Ep di debutto autoprodotto (registrato e mixato da Walter Lanzara di Al Fondino Studio e masterizzato da Giovanni Versari de La Maestà), pubblicato il 18 dicembre su tutti gli store digitali.

Nel 2018 la band è tra i 12 finalisti di 1M Next per il Primo Maggio Roma, arrivano in finale a Sanremo Rock e vincono il Grf Contest che li porta sul palco del Giovinazzo Rock Festival all’Eremo di Molfetta prima di Willie Peyote. Suonano nei vari festival e locali italiani (Mei – Festival delle Indipendenti, Giovinazzo Rock Festival, Suoni di Marca Festival, Meeting del Mare, Farcisentire Festival, Frogstock, Locomotiv Club, Eremo Club etc.) avendo il piacere di condividere il palco con Motta, i Ministri, La Rappresentante di Lista, Fast animals and slow kids, Willie Peyote, Hollie Cook, Gazebo Penguins, The Bastard Sons Of Dioniso, Angela Baraldi, Alteria, Foja e molti altri ancora… L’Ep “Bruciare vivo” li ha portati alla fine dell’estate 2019 a quasi 50 date in tutta la penisola.

Il festival proseguirà fino a mezzanotte.

Tag
Mostra di più

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

Pulsante Torna su